Tetti imbiancati nei giorni scorsi a Potenza (foto A. MATTIACCI)

Tempo di lettura < 1 minuto

Ieri oltre 9mila interventi dei tecnici di Acquedotto Lucano: ora si temono gli scoppi dei contatori

POTENZA – Con 45 comuni «interessati dalle sospensioni idriche, speso solo in alcune zone dell’abitato», quella di ieri è stata «la giornata più critica dall’inizio dell’emergenza» causata dal maltempo, in Basilicata, il 5 gennaio scorso. Lo ha reso noto Acquedotto lucano (i cui tecnici ieri hanno eseguito 9.200 interventi), spiegando che i disagi si vanno «gradualmente attenuando, anche se sono ancora diversi i comuni che stanno scontando l’enorme quantità di acqua che si è dispersa nei rivoli dei contatori saltati e di idranti e guasti di vario genere sulle condotte».

TUTTI I NUMERI DELL’EMERGENZA e L’AGRICOLTURA IN GINOCCHIO

 

Nel rilevare che ora l’attenzione nel settore degli «scoppi di contatori» si sta spostando nelle località di vacanza, nelle seconde case e negli immobili non abitati, l’azienda ha reso noto di aver registrati «più di 17mila contatti dal 6 gennaio ad oggi, undicimila dei quali sono stati gestiti dagli operatori». 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •