Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – Il presunto boss della ‘ndrangheta di Cosenza Adolfo D’Ambrosio è stato sottoposto al regime del 41 bis nel carcere dell’Aquila. Secondo gli inquirenti D’Ambrosio è da considerarsi come il reggente della cosca della ‘ndrangheta dei Lanzino che opera a Cosenza e nelle zone limitrofe. 

La proposta di applicare al detenuto il regime di carcere duro previsto dall’articolo 41 bis dell’ordinamento penitenziario è stata avanzata dai carabinieri del Reparto operativo di Cosenza al sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, Pierpaolo Bruni, che si occupa delle inchieste sulle cosche della ‘ndrangheta attive nelle aree cosentine. 

L’applicazione del regime del 41 bis rientra in una strategia che sta applicando il pubblico ministero Bruni nei confronti di molti esponenti delle cosche della ‘ndrangheta nelle zone di Cosenza, Vibo Valentia e Crotone. Il presunto boss D’Ambrosio è stato arrestato nei mesi corsi per il reato di estorsione.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •