Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

CATANZARO – Nessuna scommessa anomala è stata riscontrata sulla gara di play off di Lega Pro disputata il 6 giugno 2010 tra l’Fc Catanzaro e la Cisco Roma. E’ quanto è emerso al termine degli accertamenti compiuti presso i circuiti delle scommesse nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Catanzaro sulle presunte irregolarità nella partita. La Guardia di finanza ha depositato al sostituto procuratore della Repubblica, Domenico Guarascio, un’informativa nella quale ci sono gli esiti delle verifiche sul flusso delle vincite relativo alle scommesse fatte sull’esito della partita. Nel corso degli accertamenti gli inquirenti non hanno trovato alcuna vincita anomala. 

L’incontro tra Fc Catanzaro e Cisco Roma, svoltosi allo stadio Flaminio, fu vinto per 4-0 dalla squadra capitolina che, grazie al risultato favorevole, riuscì ad ottenere la promozione in prima divisione, nonostante la sconfitta al ritorno. L’attuale società del Catanzaro Calcio ha chiesto nei mesi scorsi alla Procura della Repubblica di valutare l’esistenza di elementi di rilevanza penale relativamente all’andamento della gara ed a scommesse anomale che, secondo l’esposto, furono giocate nel capoluogo calabrese. Sulla partita di play off l’inchiesta della Procura sportiva si era già conclusa con una archiviazione.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •