Tempo di lettura 2 Minuti

MELFI – Da giorni non usciva più dal proprio appartamento in zona, Cappuccini a  Melfi e i vicini di casa gli hanno salvato la vita allertando la polizia  municipale lo scorso 28 dicembre.

La più bella storia di Natale che si  racconterà a Melfi quest’anno hanno contribuito a scriverla proprio i  residenti del quartiere Cappuccini che hanno dimostrato come la qualità dei  rapporti di vicinato possa contribuire a rendere più vivibile qualsiasi  città. Dopo aver notato l’assenza di un signore ottantenne, che non si  vedeva più in strada già da diversi giorni, i vicini di casa hanno intuito  il pericolo e allertato il comando della polizia municipale di piazza Festa  Campanile.

Il tenente Alessandro d’Adamo e l’agente Lucia Del Natale si sono  immediatamente recati a casa dell’anziano pensionato che vive solo, non si è  mai sposato e le cui sorelle con i nipoti vivono lontano dalla Basilicata. 

Dopo aver fatto squillare il telefono cellulare, i vigili si sono resi conto che il suono dell’apparecchio proveniva dall’interno dell’abitazione del  pensionato. A quel punto sono stati avvisati sia i vigili del fuoco che il  118. Giunti sul posto i pompieri hanno subito aperto l’abitazione e trovato  l’anziano uomo sdraiato a terra ai piedi del letto. Trasportato immediatamente presso l’ospedale San Giovanni di Dio a Melfi al pensionato  ultra ottantenne sono state prestate le cure del caso e da due giorni viene costantemente monitorata la sua situazione di salute.

Si sospetta un lieve ictus che ha impedito all’anziano signore di trovare la forza per rialzarsi  e chiedere aiuto. Due giorni da solo, trascorsi in casa senza potersi muovere,  hanno rappresentato certamente un’esperienza drammatica ma che per fortuna  ha avuto un lieto fine.

Oggi sia gli agenti della polizia municipale di  Melfi che i vicini di casa del quartiere Cappuccini continuano a recarsi in  visita presso il nosocomio di via Foggia per far sentire la propria spontanea vicinanza all’anziano signore che pur vivendo solo oggi ha la  certezza di vivere in una città attenta e solidale.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •