Tempo di lettura < 1 minuto

Nella tarda serata di ieri attivisti dei movimenti napoletani, del comparto della logistica e dei sindacati di base hanno manifestato, cosi’ come in altre citta’ italiane, davanti alla sede della GLS di Mariglianella a Napoli dopo la morte di Abd Elsalam, operaio della GLS investito da un tir durante un picchetto di sciopero a Piacenza.
    I manifestanti hanno esposto due striscioni con scritto “Ora ammazzateci tutti ! ” e “Abd Elsalam vive – GLS assassina!” ” Abbiamo bloccato i Tir in uscita a oltranza finché – si legge in un comunicato – non abbiamo ottenuto dai dirigenti aziendali di poter entrare nei capannoni a confrontarci coi tanti facchini di turno e distribuire loro volantini di denuncia”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •