X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

In molti parlano di elettrico, ma cosa significa guidare un’auto spinta da un motore alimentato da una batteria? Qualche tempo fa veniva associato a vetture poco appaganti nella guida, gravate da un peso spropositato e sbilanciato, da prestazioni limitate dalla tecnologia allora disponibile che doveva trovare un equilibrio tra efficienza energetica e prestazioni adeguate a muovere l’auto. Oggi è tutto cambiato, per lo meno da quando esiste un’offerta di modelli che possono esser scelti con motorizzazione 100% elettrica allo stesso modo di quelle benzina e Diesel. Come la Nuova PEUGEOT 208, esempio concreto di auto spinta da un motore elettrico alimentato da una batteria, ma che non differisce dalle altre sorelle spinte da motori endotermici. E’ sempre una 208, in tutto e per tutto, senza compromessi come spesso capitava fino a qualche anno fa.
Anzi.
Nuova Peugeot e-208 ha aperto la strada ad un nuovo modo di concepire la guida di una vettura elettrica perchè progettata fin dall’inizio per essere 100% elettrica (le batterie sono perfettamente integrate nel pianale, ndr) ed offrire prestazioni più che adeguate per la tipologia di impiego per cui è nato il modello, aprendo le porte ad una nuova esperienze di guida.
Conserva tutte le doti dinamiche delle sorelle ad alimentazione termica, senza compromessi in fatto di stile, abitabilità, vano bagagli e soprattutto piacere di guida. Con una potenza di 136 cavalli e una coppia massima di 260 Newton metri le bastano 8,1 secondi per arrivare da zero a 100 km /orari, valori pressochè coincidenti con la leggendaria 205 GTI 1.9, giusto per fare un paragone con una icona della sportività di qualche anno fa… Al di là dei freddi numeri, però, quello che colpisce è l’istantaneità di erogazione del motore elettrico, perchè, a differenza dei propulsori termici, non ha bisogno di prender giri per erogare coppia e potenza, lo fa in maniera immediata.
Il baricentro molto più basso rispetto ad una vettura tradizionale, poi, grazie alle batterie posizionate sotto il pianale, le consente di restare attaccata alla strada con trasferimenti di carico davvero minimi. Il generoso pacco batterie agli ioni di litio da 50 kWh permette un’autonomia di 340 chilometri secondo il nuovo ciclo di omologazione WLTP. Nuova PEUGEOT e-208 può essere facilmente ricaricata da una comune presa domestica, meglio da una Wallbox installata nel proprio box o anche dalle colonnine pubbliche in tempi che variano da 5 a 13 ore a seconda della potenza erogata dalla colonnina. Grazie poi alla raffinata tecnologia della sua batteria con raffreddamento a liquido, può esser collegata anche alle colonnine super fast da ben 100 kW ricaricando l’80% della sua capacità in appena mezz’ora. All’interno dell’abitacolo ha debuttato il Peugeot i-Cockpit 3D di nuova generazione, che fa della tridimensionalità una delle sue innovazioni più interessanti, perchè ancor più di immediata lettura, alzando così la sicurezza di guida.
La profondità di visione della strumentazione è creata dalla sovrapposizione di due schermi, un elemento che contribuisce ad esaltare anche l’esperienza di guida.
Le informazioni più importanti sono visualizzate in primo piano, tutto il resto nel secondo piano visivo. L’effetto tridimensionale è poi davvero piacevole. Il marchio del leone francese punta sempre molto sulla sicurezza: su Nuova e-208 sono disponibili sistemi ADAS di categoria superiore che consentono una guida autonoma di Livello 2, il massimo oggi permesso dalla legge.
(ITALPRESS).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares