Gli uffici della Regione

Tempo di lettura < 1 minuto

SAN GIOVANNI IN FIORE (CS) – Un gruppo di disoccupati e precari ha inscenato una manifestazione a San Giovanni in Fiore in segno di protesta contro la decisione della Regione Calabria di escludere quanti hanno precedenti penali e carichi pendenti dai bandi destinati all’occupazione di persone senza lavoro.

Per alcuni minuti i promotori della protesta hanno anche bloccato la statale 107 “Silana-Crotonese”, provocando pesanti ripercussioni per la viabilità.

Informata della protesta, l’assessore al Lavoro e alle Politiche sociali della Regione Calabria, Federica Roccisano, ha detto, a margine di una conferenza stampa, che «l’assenza di precedenti penali e carichi pendenti, è uno dei requisiti per lavorare nella pubblica amministrazione. L’ho già chiarito – ha aggiunto l’assessore – ad alcuni lavoratori che mi hanno scritto, ribadendo che, come previsto dalla legge nell’utilizzo dei fondi pubblici, per lavorare nelle scuole, nel settore dei beni culturali di proprietà del ministero e negli uffici giudiziari, non devono esserci carichi pendenti o condanne penali in corso. In caso contrario scatta l’esclusione dalla graduatoria». 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •