Tempo di lettura < 1 minuto

La madre di Elisa Claps, Filomena Iemma e suo figlio Gildo partiranno domani per l’Inghilterra per assistere al processo contro Danilo Restivo, unico indagato per l’omicidio della ragazza potentina. L’uomo, è stato arrestato nel 2010, dopo il ritorvamentro dei resti di Elisa, nella chiesa della Trinità, per un altro omicidio, quello della sarta Heather Barnett, assassinata nove anni fa con un coltello nella sua abitazione di Bournemouth, a pochi metri dalla casa di Restivo. La famiglia Claps sarà al tribunale di Winchester, dove mercoledì si terrà la prima udienza del dibattimento. Intanto nella Questura di Potenza si sta lavorando per predisporre tutto per la videoconferenza che consentirà ai giudici inglesi di ascoltare alcuni testimoni potentini.
Mercoledì la Crown Court di Winchester dovrà stabilire se Danilo Restivo ha o non ha straziato il corpo della sarta Heather Barnett. Restivo sino ad oggi ha negato ogni cosa: lui, tanto di quest’omicidio che di quello di Elisa Claps, dice di non saperne nulla. Toccherà ora agli inquirenti britannici dimostrare il contrario: il verdetto del giudice è atteso entro le prossime otto settimane. mercoledì vi sarà ad esempio una videoconferenza tra l’aula britannica e la Questura di Potenza per poter ascoltare alcuni testimoni. Le due morti hanno infatti molti aspetti in comune, e non solo a causa del ‘modus operandì scelto dal killer.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •