Tempo di lettura < 1 minuto

Sul tavolo delle istituzioni e delle società l’ipotesi di fusione tra l’Akros e l’Akrea

CROTONE – Stamattina i dipendenti dell’Akros, azienda che si occupa della raccolta differenziata per il Comune di Crotone e di raccolta rifiuti per altri comuni della provincia, hanno inscenato una protesta davanti al palazzo comunale in piazza della Resistenza.

Con i camion della raccolta della spazzatura, hanno occupato la piazza e chiedono il tavolo tecnico che decida la fusione con l’Akrea, la società del comune di Crotone che si occupa della raccolta dei rifiuti.

I 62 lavoratori non intendono spostarsi dalla piazza se non ottengono risposte concrete sul futuro della società, destinata a fallire, a breve, come diverse altre società partecipate comunali. Lamentano, in particolare, l’immobilismo del Comune sulla questione della fusione, che in un primo momento di portare parte dei lavoratori di Akros in Akrea, per poi assorbirli tutti, una volta avviata a regime la raccolta differenziata.  Il tavolo tecnico dovrebbe essere convocato per oggi pomeriggio.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •