Tempo di lettura < 1 minuto

REGGIO CALABRIA – Aveva prenotato una settimana di vacanza in un hotel di Cattolica, ma la mattina dopo il suo arrivo in albergo con la famiglia è stato arrestato dagli agenti del commissariato di polizia estivo di Riccione. L’uomo, un 37enne di Polistena (Reggio Calabria), residente dal 2003 in Svizzera dove lavora come operaio di una ditta di costruzioni, deve scontare una pena residua di 2 anni per violenza, lesioni personali, minacce e ingiurie a pubblico ufficiale.

Il 37enne è stato condannato in Cassazione per aver picchiato con un complice in un bar di Polistena un carabinieri libero dal servizio. Il calabrese, che a Cattolica alloggiava con moglie e tre figli, è stato rintracciato grazie alla consultazione delle schedine elettroniche di chi alloggia e che hanno immediatamente messo sull’allerta gli agenti della divisione Anticrimine della polizia di Stato. 

Quando la polizia è arrivata in hotel per prelevare il calabrese, intorno alle 8, ha trovato solo moglie e figli. L’uomo si era infatti allontanato ma è stato rintracciato e
fermato due ore dopo. Ora è in carcere a Rimini.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •