X

Tempo di lettura < 1 minuto

ROSARNO (RC) – Un bunker di sei metri quadrati è stato scoperto dai carabinieri a Rosarno. Il bunker aveva una botola di accesso costituita da un blocco di cemento che scorreva su due binari. L’abitazione interessata alle perquisizioni è stata quella della famiglia Mulè, che tra le sue file annovera un ex latitante, sfuggito agli inizi degli anni 2000, per due anni, alla cattura a seguito di una ordinanza di custodia cautelare per l’operazione denominata “Tempo”.

Il bunker era stato realizzato in un vano adibito a cantina e l’accesso era garantito tramite una scala con gradini in ferro. La struttura era fornita di energia elettrica, due prese d’aria, un materasso, un comodino ed una sedia.

Sempre a Rosarno, nel corso di alcuni controlli del territorio, i carabinieri hanno arrestato due persone per detenzione illegale di armi e droga. Si tratta di Eugenio Sigillò, di 42 anni, perchè trovato con 313 proiettili di diverso calibro ed un chilo di marijuana confezionata in 4 involucri sottovuoto, e di Gioacchino Consiglio, di 52 anni, per detenzione illegale di armi. In un casolare sono stati trovati un fucile, una pistola e numerose cartucce di vario calibro.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares