•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tempo di lettura < 1 minuto

CATANZARO – Prima denunciato per furto in abitazione, poi allontanato da casa per le continue intemperanze, infine arrestato per le aggressioni verbali e le minacce di morte nei confronti della madre.

Si tratta di un giovane di 35 anni, P.P., noto quale assuntore di sostanze stupefacenti, che ha tenuto particolarmente impegnati i carabinieri della Radiomobile di Catanzaro che alla fine lo hanno tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia ed estorsione.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, per ottenere il denaro necessario per acquistare stupefacenti, il trentacinquenne avrebbe aggredito la madre, costretta a consegnargli il denaro. Il giovane avrebbe anche più volte rubato in casa pur di racimolare il denaro necessario per lo stupefacente, acquistato nella zona di viale Isonzo anche in cambio di televisori, impianti stereo e cellulari.

Il giudice ha convalidato l’arresto e disposto il divieto di avvicinamento alla madre.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA