Tempo di lettura 2 Minuti

Sulla protesta in atto da parte dei lavoratori della Facility, che annovera gli addetti alle pulizie e alla sorveglianza degli immobili comunali, e sulle ripercussioni che il taglio di tale contratto riverbera sugli impianti sportivi e quindi sulle società sportive, è intervenuto l’assessore allo Sport del Comune di Potenza, Giovanni Salvia.

«Prima di tutto voglio ribadire che sono, e lo sarò sino in fondo, dalla parte dei lavoratori che rischiano di perdere il posto di lavoro. Inoltre, ovviamente, sono molto preoccupato anche per le società sportive che dovranno affrontare un periodo, spero e credo molto breve, una situazione diversa, un poco più onerosa, durante una stagione in corso e quindi in qualche modo in maniera non prevedibile. Ma – continua l’assessore Salvia – non posso rimanere in silenzio rispetto ad asserzioni poco precise e credo troppo drammatizzate rispetto alla realtà e mi riferisco alle società, in particolare a quelle di pallavolo che, uniche nel panorama sportivo della città, hanno espresso questa protesta».

«Per ottenere un bilancio riequilibrato entro l’inizio di maggio non si può spostare il risparmio su questo contratto, come sugli altri, oltre marzo, magari a giugno (come prospettato dalla Fipav) ma è da realizzare subito. Non è possibile procrastinare tale situazione per ragioni finanziarie, drammatico ma semplice. Per questo dobbiamo, per ora, sopportare tale mannaia improvvisa su lavoratori e società sportive». 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •