Tempo di lettura < 1 minuto

IL consiglio dei Ministri ha prorogato lo scioglimento, per infiltrazioni della ‘ndrangheta, di tre comuni calabresi. Si tratta di Samo e Sant’Ilario dello Ionio, in provincia di Reggio Calabria, e di Briatico, in provincia di Vibo Valentia. 

La decisione, secondo quanto si legge nel comunicato finale della riunione di oggi del governo, è stata presa «al fine di consentire il completamento delle operazioni di risanamento e di ripristino della legalità in alcune istituzioni locali nelle quali sono state accertate forme di condizionamento da parte della criminalità organizzata».

Lo scioglimento delle amministrazioni comunali di Briatico e Samo era stata decretata nel gennaio 2012, in seguito alle relazioni delle commissioni d’accesso agli atti. Pochi mesi dopo era toccato a Sant’Ilario.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •