Tempo di lettura < 1 minuto

LAINO BORGO – Tre uomini di Viggianello (Potenza) – padre di 57 anni e due figli, di 33 e 25 – sono stati arrestati dai Carabinieri con l’accusa di concorso in sfruttamento della prostituzione in un locale notturno, l'”Insomnia”, di Laino Borgo (Cosenza).

Al momento dell’irruzione dei militari, nel locale vi erano sette giovani donne, tutte romene ad eccezione di una nigeriana. Le donne erano assunte come collaboratrici del locale ma – secondo l’accusa contenuta nell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Castrovillari – fornivano prestazioni sessuali in stanze appartate, nelle auto fuori del night club o in alberghi della zona, per un prezzo medio di circa 150 euro a prestazione.

Le prestazioni erano pagate direttamente alla cassa del locale notturno, che era gestito dai tre arrestati (in particolare dal padre) insieme a quattro collaboratori, denunciati in stato di libertà. Clienti del locale – che era aperto dal 2013 e ora è stato posto sotto sequestro – erano numerosi uomini residenti nella zona o in transito per motivi di lavoro.

Aspetti delle indagini, avviate circa tre mesi fa, sono stati illustrati ai giornalisti, a Potenza, dal comandante della compagnia Carabinieri di Senise (Potenza), il capitano Davide Palmigiani.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •