Tempo di lettura < 1 minuto

COSENA – Due persone sono state arrestate dai Carabinieri del Comando provinciale di Cosenza nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei furti di auto e del sistema di estorsione con il “cavallo di ritorno”. 

Gli arrestati sono Antonio e Francesco Bevilacqua, di 25 e 24 anni, già noti agli inquirenti. Nei loro confronti è stata eseguita un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale emessa dal Gip di Cosenza, per i reati in concorso di furto aggravato e danneggiamento.Il 5 giugno scorso, i due erano stati sorpresi sorpresi dai Carabinieri mentre rubavano un’autovettura in sosta nel capoluogo, ma, alla vista dei militari, erano scappati. 
Dopo aver danneggiato un’autovettura in sosta avevano abbandonato il mezzo rubato, fuggendo per le vie cittadine facendo perdere le loro tracce. Al termine delle formalità di rito, gli arrestati sono stati associati alla locale casa circondariale.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •