Tempo di lettura 2 Minuti

L’INVITO, naturalmente, è alla partecipazione. La più ampia possibile. A poche settimane dalla festa patronale, i due coordinamenti messi in piedi a Palazzo di Città per gestire e preparare gli eventi di San Gerardo sono a lavoro. Niente comitato scientifico, ma due coordinamenti (uno per il maggio potentino, uno per la parata dei turchi) formato da consiglieri comunali e funzionari dell’ente, e presieduti dall’assessore alla Cultura, Margherita De Francesco.
Questa modalità di azione è stata la risposta del consiglio all’urgenza organizzativa, ma anche un modo per dimostrare la volontà di lavoro collegiale e bipartisan su un pezzo tanto importante della vita cittadina.
Dopo le polemiche nate sulle rendicontazioni e sui costi eccessivi della parata negli anni precedenti, l’amministrazione De Luca, attraverso l’assessore De Francesco, ha già fatto sapere di voler punta su «collaborazione» e «sobrietà».
L’idea dei consiglieri è quella di coinvolgere nel modo più aperto possibile cittadini e associazioni. Si comincia dall’allestimento.
Sono infatti aperte le iscrizioni per la partecipazione volontaria alla Parata dei Turchi per le associazioni e i figuranti che intendono contribuire alla realizzazione dell’evento.
La notizia è stata data dal coordinatore per l’organizzazione della manifestazione, il funzionario comunale Gino D’Angelo, che invita i potentini alla partecipazione.
I modelli per proporre la propria adesione sono in distribuzione presso il Palazzo di Città (basta rivolgersi agli addetti alla portineria) e sono scaricabili dal sito del comune sul link “Parata Turchi”.
Le proposte di partecipazione dovranno pervenire all’indirizzo turchi@comune.potenza.it o potranno essere consegnate a mano presso l’ufficio turchi sito al Palazzo di Città nei giorni di lunedì, martedì, giovedì (dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.30 alle ore 18.00).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •