Tempo di lettura 2 Minuti

Vibo Valentia, 28 feb. – L’Inps continuava a erogare la pensione a beneficio di cinque persone nonostante fossero decedute. Lo hano accertato i finanzieri della tenenza di Tropea coordinati dal comando provinciale di Vibo Valentia , che hanno recuperato circa 90.000 euro indebitamente versati dall’istituto previdenziale. I finanzieri, secondo quanto reso noto, hanno avviato accertamenti in ordine ad alcuni cittadini italiani, beneficieri di assegni sociali che, sebbene residenti sul territorio nazionale, secondo quanto appreso dai finanzieri, avrebbero portuto essere deceduti all’estero senza che questo fosse noto alle autorità nazionali ed allo stesso Inps. Le verifiche delle Fiamme Galle hanno permesso il recupero del denaro. 
L’operazione, secondo quanto reso noto, rientra in una serie di attività investigative intraprese dal Corpo a tutela della spesa pubblica nazionale. I militari hanno perciò acquisito negli uffici anagrafe e gli uffici di stato civile dei Comuni ricompresi nella circoscrizione del Reparto gli elenchi di persone decedute per avviare riscontri nella sede Inps di Tropea, finalizzati ad individuare eventuali provvidenze (pensioni ordinarie, di invalidità, assegni sociali) ancora in corso di erogazione nei loro confronti.

VIBO VALENTIA – L’Inps continuava a erogare la pensione a beneficio di cinque persone nonostante fossero decedute. Lo hano accertato i finanzieri della tenenza di Tropea coordinati dal comando provinciale di Vibo Valentia, che hanno recuperato circa 90mila euro indebitamente versati dall’istituto previdenziale. 

I finanzieri hanno avviato accertamentisu alcuni cittadini italiani, beneficieri di assegni sociali che, sebbene residenti sul territorio nazionale avrebbero potuto essere deceduti all’estero senza che questo fosse noto alle autorità nazionali ed allo stesso Inps. Le verifiche delle Fiamme Galle hanno permesso il recupero del denaro. 

L’operazione rientra in una serie di attività investigative intraprese dal Corpo a tutela della spesa pubblica nazionale. I militari hanno perciò acquisito negli uffici anagrafe e gli uffici di stato civile dei Comuni ricompresi nella circoscrizione del Reparto gli elenchi di persone decedute per avviare riscontri nella sede Inps di Tropea, finalizzati ad individuare eventuali provvidenze (pensioni ordinarie, di invalidità, assegni sociali) ancora in corso di erogazione nei loro confronti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •