Rilievi della polizia scientifica

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – Tragedia sfiorata questa notte a Cosenza. Un ragazzo, secondo quanto appreso con problemi psichici, ha tentato di uccidere i genitori colpendoli mentre dormivano con un’arma da taglio alla gola. La coppia si trova ora ricoverata all’ospedale civile dell’Annunziata con ferite non gravi, e anche il figlio è stato trattenuto nella struttura sanitaria nel reparto di psichiatria in regime di arresti domiciliari.

Sul caso stanno indagando i poliziotti della Squadra mobile della Questura di Cosenza. 

Il giovane, secondo i primi accertamenti, negli ultimi giorni aveva mostrato segni di disagio e in particolare aveva riferito di sentire delle voci. Le stesse che ha detto di avere sentito la notte scorsa, verso le tre, quando si è alzato, ha preso due coltelli da cucina e ha tentato di tagliare la gola ai genitori che dormivano. In precedenza l’uomo non aveva mai mostrato problemi e nei mesi scorsi si è laureato. Le indagini della squadra mobile, comunque, proseguono, per capire se ci possa essere altro dietro il ferimento. Il padre ha riportato la ferita più grave ma non sarebbe in pericolo di vita, mentre la madre è stata suturata per una ferita più lieve. Entrambi fanno gli insegnanti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •