Tempo di lettura 3 Minuti

NOVA SIRI – Che Matera, per crescere, abbia bisogno del suo hinterland, è un concetto fin troppo chiaro al sindaco Raffaello De Ruggieri, che nei giorni scorsi ha incontrato i promotori di “Rete Impresa Italia Jonica”, con il componente Segreteria regionale di Fratelli d’Italia, Antonio Minonne, il quale ha portato i saluti del consigliere regionale Gianni Rosa.
Il sindaco di Matera, dopo aver visitato le marine del Porto degli Argonauti e Marinagri, ha incontrato gli operatori della Rete, presso il Villaggio “Giardini d’Oriente” a Nova Siri.
Molti i punti affrontati nella discussione, dal ruolo di Matera Capitale della Cultura 2019 alle potenzialità del Metapontino – Basso Sinni , in termini di ricettività turistica quantitativa e qualitativa. Infatti, il Metapontino rappresenta il 70% delle presenze turistiche regionali, con i suoi 21.968 posti letto fra villaggi,hotels, relais,dimore d’epoca, borghi albergo e B&B. Quindi, un ruolo determinante non solo nell’accoglienza turistica, ma anche un assett, importante per quello che rappresenta nel turismo culturale con i suoi Musei nazionali di Policoro e Metaponto, l’Archeoparco di Andriace, i Parchi Letterari di Tursi, Valsinni, Aliano, i Calanchi di Montalbano ed i numerosi centri storici, che negli ultimi anni hanno rivitalizzato la vita culturale del territorio, basti pensare al “Sogno di una Notte..a quel Paese” di Colobraro. Il Presidente della Rete Impresa Italia Jonica, Antonello DeSantis, ha spiegato l’unicità della rete, la prima interregionale in Italia nel settore turistico fra Basilicata-Calabria e Puglia, che raggruppa 45 aziende di settore.
«Vogliamo essere protagonisti -ha aggiunto DeSantis- il dinamismo imprenditoriale ci ha dato ragione negli anni, perchè abbiamo realizzato non solo le strutture ricettive ma abbiamo creato un mercato turistico di tutto rispetto; certo, molto c’è da fare e nei nostri programmi ci sono iniziative su vari fronti: dal turismo disabile alll’espansione commerciale dei mercati del nord Europa che potranno darci i numeri per poter destagionalizzare, perché il nostro obiettivo è soprattutto quello di allungare la stagionalità a sei mesi per ora. Molti gli interventi e le presenze degli operatori, Giovanni Matarazzo Akiris – Rta; Francesco Garofalo Welcome Lucania-Grassani & Garofalo; Nicola Rondinella Sira Resort; Antonio Lauria Nova Siri Village; Vincenzo Stigliano Toccacielo Village; Antonio De Nicolò di Argonauti Resort e Dino Angelaccio, consulente Rete Impresa. DeRuggeri ha ringraziato la Rete per la caloroso ospitalità e ribadito le necessità di congiungere Matera e il Metapontino, perché fondamentalmente sono una unica anima culturale strategica. Pertanto, bisognerà lavorare per infrastrutturare il territorio e affinché si unisca l’offerta turistica balneare con quella culturale. «Matera si prepara alla grande sfida di accogliere turisti da tutto il mondo -ha detto- e dobbiamo lavorare per l’unicità del territorio non per l’omologazione dello stesso, relegandolo ad imitazioni come altre famose città turistiche. La cultura,l’ambiente, il paesaggio, il mare, sono i nostri punti di forza; quindi congiunturale l’asset turistico Matera – Metapontino sarà una priorità. Dall’incontro si è deciso che il Comune di Matera firmerà un protocollo d’intesa con la Rete Italia Jonica, sulla collaborazione turistica e culturali».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •