Tempo di lettura 3 Minuti

IL profumo dei fiori, l’orto in bottiglia e la frutta sui banchi. Torna anche quest’anno la manifestazione “Città in fiore”, iniziativa curata e organizzata dalla Pro Loco di Potenza e dal suo presidente Giovanni De Marco.

Un’iniziativa pensata per riscoprire gli antichi sapori, per ritrovare i valori che legano l’uomo alla terra e ai suoi straordinari prodotti. E il centro storico si ritrova così teatro di tante diverse iniziative. Quest’anno la manifestazione parte da Largo Pignatari per coinvolgere anche piazza Matteotti e l’intero centro storico.

«Cresce il verde – spiega Giovanni De Marco – e cambiano i punti di vista, concentrando l’attenzione sulle biodiversità e su come riqualificare gli spazi urbani. Sembrano concetti astratti e lontani dall’impegno del singolo cittadino, ma non è così. Abbellire il proprio balcone, facendone un giardino in miniatura, “creare dei piccoli cuori per salvare il mondo”, ritrovare la gioia del contatto con la terra, sono gesti semplici che moltiplicano l’amore per la vita che ci circonda».

E così sabato prossimo si potrà partecipare alle tante iniziative: Semina l’orto in bottiglia, Sistema Naturae, la Festa dei vicini. Solo alcune delle iniziative organizzate per questa seconda edizione di Città in Fiore.

Si comincia con l’inaugurazione degli spazi, sabato a partire dalle 10 a Largo Pignatari.

Poi la Mostra Mercato del mondo vivaistico e della ortofloricultura continuerà con laboratori di giardinaggio sulle colture primaverili ed estive e consigli utili su come riciclare la plastica domestica, per la semina e il trapianto di piantine da orto e da fiore, a cura dei Vivai Garden Dichio; esperienze pratiche di tutela del patrimonio ambientale a cura della Fondazione per la Biodiversità Onlus Biodiversità è Vita; l’importanza di una corretta irrigazione nelle sistemazioni a verde, a cura di Codra Mediterranea in collaborazione con Pratoverde/Toro, l’esposizione dei prodotti per eccellenza legati al mondo floreale a cura dell’azienda Miele, l’oro dei fiori e i laboratori di approfondimento enologico: dalla vite al vino e degustazione a cura del Consorzio Viticoltori Associati del Vulture – Barile.

Tanti gli amici di “Città in Fiore”, dalle istituzioni agli sponsor che hanno risposto all’invito della Pro Loco Potenza, perché quest’evento potesse essere realizzato nel migliore dei modi e perché il mondo dei vivai, quello dell’ortofloricoltura e coloro che vivono il Centro storico possano incontrarsi, «perché a vicenda si riscoprano – dice De Marco – godano gli uni degli altri e perché i bimbi, i fiori più preziosi della nostra città, possano entrare in contatto con la terra e con i suoi meravigliosi segreti».

Novità della manifestazione è la Festa dei vicini. «Un momento che chiama a raccolta tutti e che consisterà nel condividere pietanze portate da chiunque vorrà partecipare. Sarà l’occasione su tutte per rivivere la gioia della condivisione».

Città in Fiore sostiene, tra l’altro, la Fondazione “W Ale”, con la vendita della frutta di Ale (un cestino 1,50 euro) grazie alla Filiera corta di Aldo Orlando il cui ricavato andrà alle attività di ricerca per lo studio e la cura delle patologie vascolari del bambino e animerà momenti di divulgazione sulle finalità della Fondazione stessa.

Durante la due giorni sarà possibile acquistare i prodotti stagionali orticoli e floreali, presso gli stand della manifestazione, a “prezzo corto” particolarmente conveniente.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •