Tempo di lettura < 1 minuto

UN quarantasettenne celibe e disoccupato, residente nel basso Tirreno cosentino, è stato arrestato dai Carabinieri intorno alle 13,45 di oggi con l’accusa di violenza sessuale aggravata ai danni di un minore incapace. L’operazione condotta dai militari dell’Arma è il frutto di un’attenta e certosina attività d’indagine, coordinata dalla magistratura di Paola, che avrebbe preso le mosse da una denuncia effettuata dai genitori del minore. L’uomo è stato arrestato nella propria abitazione, nella quale vive con i genitori da qualche tempo, dopo essere rientrato da una lunga permanenza nel settentrione d’Italia dove lavorava. La stessa violenza si sarebbe verificata nello scorso mese di luglio. Non è ancora chiaro se si sia trattato di un unico episodio o meno.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •