Tempo di lettura 2 Minuti

SCALEA (CS) – Un uomo di 67 anni è stato denunciato dai carabinieri della Compagnia di Scalea con l’accusa di violenza sessuale aggravata nei confronti della nipote acquisita.

Vittima una ragazzina di 13 anni, in vacanza a Scalea insieme alla nonna e al compagno di quest’ultima. Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma, ieri mattina la ragazza è rimasta da sola a casa ed è stata avvicinata dal nonno acquisito che, al termine di un articolato discorso, avrebbe tentato di baciarla e di spogliarla, palpeggiandola ripetutamente.

La ragazza è riuscita a respingere le avances dell’uomo, si è chiusa in camera e si è confidata con un’amica di scuola a Roma, tramite un social network. La conversazione si sarebbe interrotta per il ritorno dell’uomo nella stanza. Immediatamente l’amica ha allertato la famiglia di origine della minore che da Roma ha chiamato i carabinieri di Scalea chiedendo aiuto.

I militari dell’Arma, invitando la minorenne a far partire una chiamata al numero di pronto intervento 112 e a lasciare la comunicazione aperta all’insaputa del 67enne, sono riusciti a localizzarla e a raggiungerla ponendo fine alla violenza.

L’uomo è stato denunciato per violenza sessuale aggravata mentre la minorenne, dopo aver passato un pomeriggio con i carabinieri che sono riusciti a rasserenarla grazie anche all’intervento degli assistenti sociali, è stata accompagnata alla stazione ferroviaria dove ha incontrato la propria famiglia per fare rientro in un paese dei Castelli romani. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •