X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

L’inizio della produzione di XC40 Recharge, la prima di diverse Volvo a trazione completamente elettriche di prossima introduzione, rappresenta un importante passo verso la realizzazione dell’ambizioso obiettivo di Volvo Cars, vale a dire, ridurre la sua impronta di CO2 per singola auto prodotta del 40% entro il 2025. Nello stesso anno, la Casa si attende che il 50% delle sue vendite globali sia costituito da auto completamente elettriche e la restante parte da auto ibride. L’interesse manifestato dai clienti per la XC40 Recharge completamente elettrica è stato forte e sebbene il portafoglio ordini resti aperto la produzione di auto prevista per questo anno solare risulta già venduta. I primi esemplari saranno consegnati ai clienti in Europa alla fine di questo mese.
L’inizio della produzione di auto destinate ai clienti segue un periodo di preparazione durante il quale lo stabilimento di Ghent ha costruito un numero limitato di vetture di pre-produzione.
Questo processo, che fa parte della procedura standard seguita per ogni nuovo modello, ha lo scopo di ottimizzare il flusso di produzione e di garantire la massima qualità di ogni auto costruita. Tutto il personale di produzione ha inoltre ricevuto un’ampia formazione su come costruire le auto elettriche in sicurezza.
“Oggi è un’occasione importante per Volvo Cars e per tutti i dipendenti dello stabilimento di Ghent”, ha dichiarato Javier Varela, responsabile globale delle attività industriali e della qualità. “Con riferimento alla nostra strategia di elettrificazione della gamma di prodotti, lo stabilimento di Ghent svolge il ruolo di pioniere nella nostra rete di produzione globale”. In quanto versione completamente elettrica del popolarissimo SUV XC40, che è stato il primo modello Volvo ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento di European Car of the Year, la XC40 Recharge completamente elettrica si basa sulla Architettura Modulare Compatta (CMA), un’avanzata piattaforma per veicoli sviluppata in collaborazione con il Gruppo Geely.
La XC40 Recharge completamente elettrica a trazione integrale offre un’autonomia di percorrenza di oltre 400 km (in base al ciclo WLTP) con una singola carica e una potenza di 408 CV. La batteria può essere caricata all’80% della capacità in circa 40 minuti utilizzando un sistema di ricarica rapida.
Il nuovo impianto di infotainment con sistema operativo Android offre ai clienti possibilità di personalizzazione senza eguali, una maggiore intuitività e tecnologia e servizi di Google integrati, come Google Assistant, Google Maps e Google Play Store. L’XC40 Recharge completamente elettrica riceve inoltre più ampi aggiornamenti OTA del software e del sistema operativo.
Pur basandosi sugli eccellenti standard di sicurezza della XC40 originale, gli ingegneri esperti in sicurezza di Volvo Cars hanno completamente riprogettato e rinforzato la struttura frontale per ovviare all’assenza del motore, soddisfare gli elevati requisiti di sicurezza di Volvo e contribuire alla protezione degli occupanti così come in qualsiasi altra Volvo. Il pacco batteria è protetto da una gabbia di sicurezza incassata al centro della struttura della carrozzeria dell’auto. La sua collocazione nel pavimento dell’auto abbassa anche il baricentro della vettura, garantendo una migliore protezione contro il rischio di ribaltamento.
All’interno della vettura, un approccio innovativo alla funzionalità ha consentito di creare ampie aree di stivaggio, ad esempio nelle portiere e nel bagagliaio. Non avendo un motore endotermico, l’auto consente di sfruttare come spazio di carico supplementare il vano sotto il cofano anteriore, detto anche “frunk”.
(ITALPRESS).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares