X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Viaggia senza biglietto, aggredisce il controllore che chiede di esibirlo. L’episodio a Salerno, su un mezzo di Busitalia. «Esprimiamo il nostro sdegno e condanniamo aspramente, l’ennesima e vile aggressione perpetrata, questa mattina a Mercatello sulla linea “8”, ai danni di un lavoratore di Busitalia Campania, da parte di un utente facinoroso, scagliatosi contro il verificatore, perché sprovvisto del titolo di viaggio». A firmare la nota sindacale congiunta sono i segretari provinciali Arpino (Filt Cgil), Stanzione (Fit Cisl), D’Amato (Uilt), Giorgianni (Ugl), Mennella (Faisa Cisal). «È bastato davvero poco – affermano i sindacalisti-, ed in breve tempo dalle minacce verbali, si è passati a quelle fisiche, scatenando una violenza inaudita ed ingiustificata nei confronti del verificatore, che svolgeva solo il suo lavoro, a lui va Tutta la Nostra Solidarietà». I sindacati hanno inviato una lettera alla Prefettura, alla Questura, al sindaco Vincenzo Napoli e Busitalia Campania. «È indispensabile, pertanto – spiegano i segretari provinciali-, porre la massima attenzione sul tema della sicurezza nei mezzi di trasporto pubblico locale, ora più che mai, visto il delicato momento che il paese sta vivendo. Questi rappresentano solo gli ultimi episodi, insieme ai casi di minacce con bottiglie di vetro rotte, coltelli messi ben in evidenza, coltellate subite che hanno fatto rischiare la vita ai lavoratori, senza dimenticare gli innumerevoli micro episodi di aggressioni e discussioni di ogni genere a carico di autisti di autobus e verificatori titoli di viaggio, più delle volte passati nella dimenticanza che oramai sempre più spesso si registrano». La richiesta al Prefetto è
di riattivare il tavolo “Sicurezza”, nato prima della fase “uno”, e «che ha profuso ottimi risultati in questi mesi».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares