X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

«Riteniamo una grave mancanza sanitaria che l’Ambito Territoriale Distretto Sanitario 69 “Capaccio-Roccadaspide” sia assegnatario di un unico pediatra. Inoltre, ci risulta che in data 1 Aprile 2021, l’unico pediatra di libera scelta incaricato, comunicava il proprio recesso volontario dal rapporto convenzionale». Attilio Pierro, consigliere regionale della Lega, ha presentato un’interrogazione al presidente Vincenzo De Luca sulla «Carenza pediatri Ambito Distretto Sanitario 69» dell’Asl Salerno. Ad oggi, per il recesso dell’unico pediatra, «i residenti di ben 17 comuni, tra cui si contano oltre 900 assistiti – spiega Pierro- si trovano in condizione di assoluta criticità ed emergenza. Una penalizzazione per un territorio che si estende su una superficie di circa 750 kmq». Per questo, l’esponente leghista ritiene «si renda necessario ed urgente individuare una soluzione, anche attraverso una nomina straordinaria e temporanea nelle more della pubblicazione e del perfezionamento dell’iter procedurale necessario ai fini della nomina del nuovo pediatra». L’interrogazione a risposta scritta a De Luca, in qualità di assessore alla Sanità, chiede la motivazione «per la quale non risulta essere stato adottato nessun provvedimento,
anche in via straordinaria, per sopperire a tale gravissima carenza assistenziale».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares