Salta al contenuto principale

Mater Sacra
Spiritualità e tecnologia

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 34 secondi

MATERA - Spiritualità e tecnologia. Una Sacra rappresentazione immersa tra narrazione, luci e laser sullo sfondo della gravina materana. Tutto questo e molto di più è “Mater Sacra”, lo spettacolo giunto ormai alla quinta edizione e che catalizzerà, c’è da scommettere, l’attenzione dei materani e non. Ma quest’anno c’è anche una novità. Venerdì e sabato prossimi (previste a tal proposito due repliche alle 17 e 18.30) si potrà assistere anche al suggestivo “Processo a Gesù” presso il castello Tramontano che vedrà come protagonista l’attore Michele Placido su testi scritti da Raffaele Nigro.
Si potrà invece assistere agli spettacoli di “Mater Sacra, Ricordati di me” da venerdì a sabato alle 21.30 e alle 22.30.
Il giorno di Pasqua, lo spettacolo è previsto per le 20.
Il regista degli spettacoli è Giampiero Francese. «Quest’anno – ha spiegato Francese durante la conferenza stampa della scorsa settimana - l’evento è più moderno e coniuga tradizione e poesia, nello splendido scenario di una città che si propone come grande metafora del riscatto, con le sue splendide case scavate nel tufo».
Nel cast degli attori, con 50 comparse materane, sono coinvolti Raffaele Castria (Pilato), Vincenzo Failla (Caifa), Nino D’Agata (Quintilio), la Floriana Rignanese (la Madonna), Antonio Montemurro, che ha annunciato di aver scritto un testo per la Passione dal titolo “Un uomo chiamato Gesù”, e Francesco Burgi (grandi sacerdoti), Monica Palese (Claudia), Armando Granato (Gesù) e Daniela Sornatale (cantante lirica). I punti vendita per acquistare i biglietti sono l’Unibastore in piazza Matteotti e l’Infopoint di via Lucana nei pressi del parcheggio, oltre a due biglietterie ai varchi di accesso degli antichi rioni Sassi, quello di via Bruno Buozzi e quello di Porta Pistola.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?