Salta al contenuto principale

Basilia Sbm, è dentro o fuori
Contro Stabia in palio la semifinale

Basilicata

Tempo di lettura: 
4 minuti 55 secondi

 

E’ serata da dentro o fuori. La Basilia Sbm Potenza si gioca la stagione sul parquet amico del palaPergola, ospitando in gara 3 dei quarti di finale la Saces Mapei Stabia nell’ultimo atto di una serie quantomai incerta. Se gara 1, vinta 53-40, aveva segnato la rinascita delle rossoblu dopo le cinque sconfitte di fila che hanno concluso la regular season, gara 2 sabato scorso ha rilanciato le quotazioni delle campane, protagoniste di una partita ai limiti della perfezione. 
Protagonista assoluta l’ala Barbara Negri, che ha steso la Basilia con 31 punti e una prestazione da 42 di valutazione che ha scavato il solco prima dell’intervallo . Difficile per coach Paternoster apportare grandi modifiche tattiche in così pochi giorni, ma lo staff tecnico rossoblu a partire da lunedì non ha lasciato niente al caso curando tutti i particolari, sia sul piano tecnico che su quello motivazionale. “Abbiamo la fortuna di giocarcela in casa - commenta alla vigilia il tecnico potentino - su un campo che ci dà sicurezza. Speriamo di trovare anche il sostegno del pubblico per arrivare insieme alla conquista di un risultato importante. In gara 2 ciò che non ha funzionato al meglio è stata soprattutto la fase difensiva, che però è stata il nostro punto di forza nelle migliori partite di questa stagione, compresa gara 1”. 
Al palaPergola la Basilia ha avuto la meglio su Iozzino e compagne sia in campionato che nella prima gara dei play-off, “ma adesso i precedenti contano poco - analizza Paternoster - si tratta di due squadre che si conoscono a memoria e difficilmente possono inventarsi qualcosa di nuovo. Farà la differenza la testa, la voglia di portare a casa un risultato importante e di dare un seguito alla stagione, perchè nessuno di noi ha già voglia di andare in vacanza”. La vincente della sfida di stasera andrà in semifinale nella parte alta del tabellone contro Santa Marinella, favorita d’obbligo di questi play-off che ha chiuso agevolmente sul 2-0 la serie contro Latina. Ancora da definirsi invece l’avversaria dell’Athena Roma, che attende l’esito di gara 3 tra Civitanova e Sorrento (con le marchigiane favorite).  “Crediamo nei nostri mezzi - conclude Paternoster - ho visto negli occhi delle ragazze la giusta serenità, ma anche la consapevolezza di trovarci a un bivio importante. L’infortunio di De Luca e qualche altro incidente di percorso superato negli ultimi tempi non ci hanno fatto arrivare a questi play-off al top della forma, ma la voglia di vincere in questo tipo di partite può compensare tutte le altre mancanze”. Rispetto a gara 2 rientra tra le dieci Laura Berterame, che dalla panchina potrà dare respiro alle lunghe titolari allargando le rotazioni. Palla a due alle 20.30 (ingresso gratuito) con la direzione di gara affidata a Castellan di Chieti e Patti di Siracusa. 
E’ serata da dentro o fuori. La Basilia Sbm Potenza si gioca la stagione sul parquet amico del palaPergola, ospitando in gara 3 dei quarti di finale la Saces Mapei Stabia nell’ultimo atto di una serie quantomai incerta. Se gara 1, vinta 53-40, aveva segnato la rinascita delle rossoblu dopo le cinque sconfitte di fila che hanno concluso la regular season, gara 2 sabato scorso ha rilanciato le quotazioni delle campane, protagoniste di una partita ai limiti della perfezione. Protagonista assoluta l’ala Barbara Negri, che ha steso la Basilia con 31 punti e una prestazione da 42 di valutazione che ha scavato il solco prima dell’intervallo . Difficile per coach Paternoster apportare grandi modifiche tattiche in così pochi giorni, ma lo staff tecnico rossoblu a partire da lunedì non ha lasciato niente al caso curando tutti i particolari, sia sul piano tecnico che su quello motivazionale. “Abbiamo la fortuna di giocarcela in casa - commenta alla vigilia il tecnico potentino - su un campo che ci dà sicurezza. Speriamo di trovare anche il sostegno del pubblico per arrivare insieme alla conquista di un risultato importante. In gara 2 ciò che non ha funzionato al meglio è stata soprattutto la fase difensiva, che però è stata il nostro punto di forza nelle migliori partite di questa stagione, compresa gara 1”. Al palaPergola la Basilia ha avuto la meglio su Iozzino e compagne sia in campionato che nella prima gara dei play-off, “ma adesso i precedenti contano poco - analizza Paternoster - si tratta di due squadre che si conoscono a memoria e difficilmente possono inventarsi qualcosa di nuovo. Farà la differenza la testa, la voglia di portare a casa un risultato importante e di dare un seguito alla stagione, perchè nessuno di noi ha già voglia di andare in vacanza”. La vincente della sfida di stasera andrà in semifinale nella parte alta del tabellone contro Santa Marinella, favorita d’obbligo di questi play-off che ha chiuso agevolmente sul 2-0 la serie contro Latina. Ancora da definirsi invece l’avversaria dell’Athena Roma, che attende l’esito di gara 3 tra Civitanova e Sorrento.  “Crediamo nei nostri mezzi - conclude Paternoster - ho visto negli occhi delle ragazze la giusta serenità, ma anche la consapevolezza di trovarci a un bivio importante. L’infortunio di De Luca e qualche altro incidente di percorso superato negli ultimi tempi non ci hanno fatto arrivare a questi play-off al top della forma, ma la voglia di vincere in questo tipo di partite può compensare tutte le altre mancanze”. Rispetto a gara 2 rientrano tra le dieci Laura Berterame e Martina Ingaldi, che dalla panchina potranno dare respiro alle titolari allargando le rotazioni. Palla a due alle 20.30 (ingresso gratuito) con la direzione di gara affidata a Castellan di Chieti e Patti di Siracusa.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?