Salta al contenuto principale

Ecosunpower, fine dei sogni
La vittoria non basta per i play-off

Basilicata

Tempo di lettura: 
4 minuti 12 secondi

 

PM Potenza 3  
Arzano 1
25-20, 20-25, 25-17, 25-20
Ecosunpower Potenza: Monacelli 3, Liguori 15, Vanni 7, Karalyus 13, Vico 13, Guidozzi 9, Ligrani (L), Mascaro 1, Facendola, Marchisio, Postiglione ne. All. Secchi
Guerriero Arzano: Vinaccia 7, Russo 7, Sollo 16, Campolo 17, Lauro 12, Climaco, Maggipinto (L), Russiello, Maresca, Esposito, Postiglione. All. Piscopo
Arbitri: Di Blasi e Spinnicchia
Note: Durata set 24’, 29’, 25’, 28’ (totale match 1 ora e 46 minuti). Battute vincenti: Potenza 2, Arzano 2; batt. sbagl. 6-6
Bella ma molto probabilmente inutile la vittoria dell’Ecosunpower nell’ultima esibizione casalinga della sua regular season contro la (ex) seconda forza del girone. Karalyus e compagne battono in quattro set l’Arzano agganciandolo a quota 57 punti in classifica, ma restano dietro alle napoletane (alla prossima impegnate in casa con il fanalino di coda Paestum) per il minor numero di partite vinte e vedono il distacco dal Caserta (vittorioso 3-1 sul Casal de’ Pazzi) invariato rispetto alla scorsa giornata: un +2 che la Volalto, di scena sabato 4 maggio a Mercato San Severino, ben difficilmente potrà dilapidare. 
Sfuma quindi proprio in dirittura d’arrivo il sogno play-off per la Pm, che d’altronde non può che rammaricarsi con se stessa per i punti lasciati per strada con avversarie alla portata (ultimo esempio Casal de’ Pazzi una settimana fa) in un torneo condito da troppi alti e bassi. Peccato, perché anche ieri pomeriggio al PalaPergola le ragazze di Secchi hanno dato prova di essere un gruppo potenzialmente in grado, per doti tecniche e fisiche, di giocarsela con tutti. 
L’avvio ad handicap del match (2-6 e 5-9) non scoraggiava una Ecosunpower che punto su punto ricuciva il distacco, agganciando Arzano a quota 11 e scavalcandolo grazie all’ottima vena del duo Liguori-Karalyus. Fino al 18 pari il set restava incerto, ma il 4-0 Pm siglato Vico-Guidozzi-Liguori e dall’errore punto di Lauro spezzava l’equilibrio decidendo il parziale. 
Le ospiti salivano di tono dopo il cambio di campo, con Dora Sollo una spanna sopra tutte ma favorite anche da una Pm troppo fallosa dopo l’illusorio 5-2 iniziale. 8-5 e 16-11 i vantaggi ai tempi tecnici per le napoletane, che ricacciavano indietro Potenza (tornato 17-19) in un finale di set concitato. 
Terza frazione in crescendo per le potentine (8-6 e 16-8), con Vico mattatrice (ben sette punti personali) e chiusura in scioltezza. 
Prima dell’ottima prova corale esibita dalla truppa di Luca Secchi nel quarto e decisivo set, approcciato bene (8-4), dominato fino al 22-15 e chiuso dalla Ecosunpower nonostante il veemente tentativo di ritorno (fino al 20-22) di Dollo e socie. 
Luca Carlone

PM POTENZA 3  
ARZANO 1

(25-20, 20-25, 25-17, 25-20)

ECOSUNPOWER POTENZA Monacelli 3, Liguori 15, Vanni 7, Karalyus 13, Vico 13, Guidozzi 9, Ligrani (L), Mascaro 1, Facendola, Marchisio, Postiglione ne. All. Secchi
GUERRIERO ARZANO Vinaccia 7, Russo 7, Sollo 16, Campolo 17, Lauro 12, Climaco, Maggipinto (L), Russiello, Maresca, Esposito, Postiglione. All. Piscopo
ARBITRI Di Blasi e Spinnicchia
NOTE Durata set 24’, 29’, 25’, 28’ (totale match 1 ora e 46 minuti). Battute vincenti: Potenza 2, Arzano 2; batt. sbagl. 6-6

 

BELLA ma molto probabilmente inutile la vittoria dell’Ecosunpower nell’ultima esibizione casalinga della sua regular season contro la seconda forza del girone. Karalyus e compagne battono in quattro set l’Arzano e vedono il distacco dal Caserta (vittorioso 3-1 sul Casal de’ Pazzi) invariato rispetto alla scorsa giornata: un +2 che la Volalto, di scena sabato 4 maggio a Mercato San Severino, ben difficilmente potrà dilapidare. Sfuma quindi proprio in dirittura d’arrivo il sogno play-off per la Pm, che d’altronde non può che rammaricarsi con se stessa per i punti lasciati per strada con avversarie alla portata (ultimo esempio Casal de’ Pazzi una settimana fa) in un torneo condito da troppi alti e bassi. Peccato, perché anche ieri pomeriggio al PalaPergola le ragazze di Secchi hanno dato prova di essere un gruppo potenzialmente in grado, per doti tecniche e fisiche, di giocarsela con tutti. L’avvio ad handicap del match (2-6 e 5-9) non scoraggiava una Ecosunpower che punto su punto ricuciva il distacco, agganciando Arzano a quota 11 e scavalcandolo grazie all’ottima vena del duo Liguori-Karalyus. Fino al 18 pari il set restava incerto, ma il 4-0 Pm siglato Vico-Guidozzi-Liguori e dall’errore punto di Lauro spezzava l’equilibrio decidendo il parziale. Le ospiti salivano di tono dopo il cambio di campo, con Dora Sollo una spanna sopra tutte ma favorite anche da una Pm troppo fallosa dopo l’illusorio 5-2 iniziale. 8-5 e 16-11 i vantaggi ai tempi tecnici per le napoletane, che ricacciavano indietro Potenza (tornato 17-19) in un finale di set concitato. Terza frazione in crescendo per le potentine (8-6 e 16-8), con Vico mattatrice (ben sette punti personali) e chiusura in scioltezza. Prima dell’ottima prova corale esibita dalla truppa di Luca Secchi nel quarto e decisivo set, approcciato bene (8-4), dominato fino al 22-15 e chiuso dalla Ecosunpower nonostante il veemente tentativo di ritorno (fino al 20-22) di Sollo e socie. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?