Salta al contenuto principale

Matera, Aprea si presenta
«Sono qui per il progetto»

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 30 secondi

Nuovo portiere in casa Matera, è Giuseppe Aprea. Dopo le insistenti voci di mercato dei giorni scorsi, il trentaseienne estremo difensore napoletano arriva in città ed effettua, con i colori biancazzurri sulle spalle, il suo primo allenamento al XXI Settembre “Franco Salerno”. Arriva un nuovo colpo targato dal patron Saverio Columella per il suo Matera.

«A 36 anni avevo bisogno di un progetto, più che di giocare ogni partita - ammette subito il nuovo arrivato - Ad inizio estate sono rimasto fermo per problemi familiari e quando mi sono messo a cercare squadra, a settembre, era troppo tardi. Quindi ho atteso l'occasione giusta, ed è arrivata con il Matera». Un giocatore sicuro dei propri mezzi e con esperienza da vendere.

«Nelle ultime due stagioni ho scelto sempre io dove giocare - continua Aprea - tra le varie proposte, quindi ho rifiutato importanti offerte anche ora, prima di arrivare a Matera, da parte di Ischia e Chieti, tanto per citarne alcune. Ma il mio obiettivo era trovare una società come questa che tutto può sembrare, tranne che una realtà di Interregionale per organizzazione, serietà e programmazione che dimostra». Ma il nuovo portiere, con oltre 400 presenze tra i professionisti alle spalle, si è già calato nella realtà biancazzurra.

«Siamo primi, ora arriverà il difficile, visti gli scontri diretti che ci aspettano. L’entusiasmo che si respira è molto bello e porta a fare meglio il proprio compito n campo». Il primo impatto con i compagni e l’allenatore sono stati buoni. «C’è uno spogliatoio bellissimo, fatto di gente molto disponibile. Conoscevo già Roselli per averci giocato contro tante vole e anche Iannini, incontrato l’anno scorso, poi ho visto tanti giocatori giovani, sono pronto a portare la mia esperienza. Con il mister ci ho parlato un paio di minuti, avremo modo di approfondire la conoscenza, ma chiunque lo conosceva già e mi ha chiamato per parlarmene, mi ha detto molto bene di lui».

La forma fisica è buona, dopo due stagioni intere disputate con il Lecco prima e l’Arzanese poi. «Mi sento pronto a giocare, sono a disposizione del mister e ritengo di poter dare il mio contributo sin da subito». Ma le esperienze con la Fiorentina agli albori della sua carriera, poi tantissimi anni di serie C1 con Ascoli, Fermana, Lanciano, Sambenedettese, Andria e Venezia, la serie B con il Pescara e una stagione nel Perugia in serie A, gli regalano tanta serenità.

«Mi sono messo a completa disposizione della società e del mister - spiega Giuseppe Aprea - Non sono arrivato a Matera per chiedere una maglia da titolare, ma per contribuire a portare avanti un progetto molto interessante, che punta alla promozione. Fisicamente sto bene dopo due stagioni con quasi trenta partite ufficiali alle spalle. Ovviamente sono qui per giocare, ma non pretendo il posto fisso».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?