Salta al contenuto principale

Caro-curva, nessuno spiraglio per i tifosi del Cosenza
Il presidente: «Biglietto a 10 euro? Non si può»

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 36 secondi

COSENZA – «Queste novità le avevo già condivise con Macalli. Potrebbe crescere l’interesse attorno al campionato: è un modo per migliorare e rendere più appetibile una partita. Prenda Cosenza-Foggia: si gioca sabato alle ore 15, senza che contemporaneamente ci siano gare di serie A. Un motivo in più per vedere più spettatori al San Vito». Generalmente parla poco Guarascio ma stavolta, appena stimolato, esprime il suo pensiero tutto d’un fiato. 

Lo spezzatino a lui piace, ed è convinto che potrebbe essere uno stimolo in più anche per i sostenitori del Cosenza. E lo sottolinea con forza il presidente. «Io credo che in virtù di quel grande senso di appartenenza, bisogna stare sempre vicini alla squadra: qualsiasi sia il giorno e l’orario in cui è prevista la partita. I tifosi - ribadisce Guarascio - sono il mio punto di riferimento. Tutte quelle voci su probabili compratori, tali sono rimaste. Le presenze allo stadio sono l’unica certezza sulla quale, in questo momento si può contare».

LEGGI L'ARTICOLO: GLI ORARI "SPEZZATINO" DEI PRIMI DUE TURNI

Certo, ci sarà da confrontarsi con una protesta che potrebbe montare nei prossimi giorni sul caro biglietto di curva, che costerà 12 euro (LEGGI). «Portarlo a 10 euro? Diciamo che per qualcuno è un auspicio. La realtà è ben altra: proprio dopo l’incontro avuto domenica con i tifosi, ci siamo riuniti in società per fare un po’ di conti e debbo dire che, vedendo anche i prezzi di altri club, noi siamo abbondantemente in linea con la media, se non al di sotto. Lo stadio San Vito ha costi elevatissimi: almeno tre volte superiori a quelli di tante altre piccole realtà. Le finanze sono quelle che sono, in un momento di crisi dilagante com’è quello che stiamo vivendo. Quest’anno - aggiunge Guarascio - abbiamo puntato molto sulla fidelizzazione e sulle famiglie per le quali sono previsti forti sconti: è importante abbonarsi. E in quel caso la curva costerebbe soltanto 8 euro». L’ultimo passaggio è sul mercato. «Ho dato mandato a Meluso di ingaggiare i calciatori che mancano per completare la squadra. Un ulteriore sacrificio, visto che andiamo a sforare il budget. Ecco perché è importante abbonarsi, così come sarebbe opportuna più vicinanza da parte degli sponsor». 

Il Cosenza domenica 31 agosto debutterà nella Lega Pro unica alle ore 18. L’attesa sfida con la Salernitana chiuderà il programma della prima giornata nel girone C. Pare che i tifosi rossoblù (quelli che sottoscriveranno la tessera del tifoso, è chiaro) potranno recarsi all’Arechi. Infatti il presidente del Centro di coordinamento Salernitana club Riccardo Santoro, accompagnato da Giancarlo Centanni, delegato all’organizzazione delle trasferte del CCSC, Fiore Cipolletta e altri esponenti del gruppo “Amici della Salernitana” hanno incontrato il Questore di Salerno, Alfredo Anzalone (a Cosenza fino a qualche mese fa). Lo stesso Anzalone avrebbe indicato proprio in Salernitana-Cosenza una partita chiave per tastare l’ordine pubblico.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?