Salta al contenuto principale

«Questa è una Domar da piani alti»
Matteo Zamagni ne è certo

Basilicata

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 13 secondi

E’ iniziato il conto alla rovescia verso l’inizio della preparazione della Pallavolo Matera, che in questa stagione sarà targata Domar. Era previsto per oggi il raduno, ma ha subito uno slittamento. Ma c’è chi è già a lavoro per far si che i giocatori trovino tutto pronto.

Quindi ultime ore di ferie  per tutti i giocatori e poi ci si ritroverà a Matera. Tra i nuovi arrivati ci sarà anche Matteo Zamagni. Il centrale, nato a Bellaria Igea Marina il 4 agosto del 1989 e alto 195 centimetri, non ha esitato un momento quando ha saputo dell’interessamento della Domar Matera: «Ho accettato in maniera molto veloce. Ci ho messo davvero poco a decidere, dopo due anni a Potenza Picena, avevo voglia di cambiare. Poi a Matera aveva trovato l’accordo anche Riccardo Pinelli, mio compagno a Potenza Picena e quindi ad entrambi faceva piacere ritrovarsi insieme in squadra». Ma Zamagni a Matera troverà anche altri volti a lui noti: «Spesso nelle nazionali giovanili  mi sono ritrovato con Matteo Bortolozzo, oltre ave averlo incontrato in campionato. Ho giocato anche contro a Nicola Sesto. Ma alla fine sarà importante fare gruppo con tutti. Ci sono alcuni elementi confermati dalla scorsa stagione. Starà a loro darci una mano per conoscere sin da subito l’ambiente e la città».

Zamagni, oltre a Pinelli, ha nominato i suoi due compagni di reparto. Infatti quest’anno la Domar potrà contare su tre centrali di buon livello, un’arma in più per una stagione che si preannuncia lunga: «Siamo tre giocatori - continua Zamagni - per due posti, tutti e tre che negli ultimi anni abbiamo giocato da titolari in serie A2. Questo aumenta la competizione tra noi. Il che vuol dire che ci sarà grande attenzione in allenamento, in modo da alzare ili livello del lavoro settimanale, e anche in campo si dovrà sempre dare il meglio per poter mantenere il posto nel sestetto titolare».

Questo sarà anche garanzia di un alto rendimento medio della squadra, durante tutto l’arco della stagione. Una stagione che vede senza dubbio Vibo Valentia partire in pole per la promozione in A1: «E’ vero, Vibo ha allestito una squadra di tutto rispetto, ma non sarà facile per loro. Negli ultimi anni la squadra che era accreditata come la sicura vincitrice ha dovuto sudare per vincere e in alcuni casa non è neppure riuscita a salire. Quando  affronti la squadra più forte non hai nulla da perdere e giochi con uno stato d’animo migliore. Ecco perchè per chi è favorito non è così facile. Poi con un campionato senza promozione diretta, non è detto che chi domina la stagione regolare, poi possa vincere i playoff».

E in tutto questo dove si posiziona il Matera? Quali le chances della Domar?

«Matera può stare nei piani alti. Abbiamo un sestetto di buon livello. In più ognuno di noi può dare qual qualcosa in più che ci può rendere imprevedibili».

Zamagni, al momento della sua firma con la Domar Matera, ha cambiato l’immagine del suo profilo Facebook, scegliendo il gol della Pallavolo Matera. Come mai questa scelta?

«Ci tengo molto a questa esperienza. Per me è anche una scelta di vita. E’ la prima volta che vado a giocare così lontano da casa. Ci tengo tanto a questa esperienza».
E queste sono le cose che piacciono anche ai tifosi. «Spero di entrare nel PalaSassi, ogni domenica, e sentire l’affetto e il sostegno dei nostri tifosi. Per un giocatore è molto importante».

E sicuramente i South Boys non faranno mancare il oro sostegno.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?