Salta al contenuto principale

Domenica da dimenticare per le calabresi di Lega Pro
Pari per la Reggina, sconfitte Vigor e Cosenza

Calabria

Tempo di lettura: 
3 minuti 3 secondi

DOMENICA da dimenticare per le squadre calabresi di Lega Pro. La Reggina porta a casa solo un punto nello scontro casalingo con l'Aversa Normanna, mentre la Vigor Lamezia esce sconfitta dal terreno di gioco della capolista Benevento. Va male anche per il Cosenza che è riuscita a tenere il risultato bloccato solo fino al 65' nella gara contro il Lecce.

La giornata del girone C si completerà con l'incontro Catanzaro-Savona di lunedì sera. In serie B, invece, il Crotone ha battuto il Perugia nell'anticipo di sabato (LEGGI).

COSENZA BATTUTO - Il Cosenza regge la trasferta a Lecce per 65', poi deve cedere l'intera posta in palio ai pugliesi. Dopo una gara sostanzialmente equilibrata, il gol dei padroni di casa è stato messo a segno da Sacilotto facendo esplodere la gioia dello stadio via del Mare. I giallorossi salgono al quarto posto a 21 punti e sono in piena corsa playoff, Cosenza ancorato a 7 punti in piena zona retrocessione.

VIGOR SENZA PUNTI - Esce, dunque, sconfitta per 3-1 la Vigor Lamezia dalla trasferta di Benevento, capolista imbattuta del girone C di Lega Pro. Ma il risultato finale inganna per quanto si è visto in campo. I biancoverdi di Erra infatti commettono qualche errore difensivo di troppo e la capolista ringrazia. In particolare quando Del Sante al 5’ della ripresa falliva un calcio di rigore che poteva ristabilire la parità del match. La squadra lametina infatti ha creato diversi grattacapi ai sanniti bravi più che altro e sfruttare gli errori dei lametini. 

I padroni di casa tengono il pallino del gioco nei primi 10 minuti ma la Vigor pian piano guadagna campo con personalità andando pure vicini al gol del vantaggio con Improta al 12’ chiuso provvidenzialmente in uscita dal portiere beneventano Pane. Con la Vigor che fa gioco è però il Benevento a passare in vantaggio quando al 19’ la difesa, su un contropiede dei sanniti, si fa trovare impreparata consentendo a Marotta di presentarsi solo davanti a Piacenti, il portiere riesce a intercettare la sfera sul dribbling dell’attaccante beneventano ma la sfera finisce sui piedi di Eusepi che a porta vuota insacca. 

Sotto di una rete, è ancora la Vigor a fare la partita creando un paio di situazioni pericolose costringendo la capolista ad arretrare il baricentro. Nella ripresa il copione è lo stesso e dopo cinque minuti per un fallo netto su Rapisarda l’arbitro concede il rigore per la Vigor ma Del Sante si fa parare da Pane il tiro degli undici metri  Ancora Del Sante poco dopo ha un’altra occasione per la rete del pareggio ma è sempre Pane a salvare il risultato. I biancoverdi non demordono però al 25’ Eusepi approfitta di una respinta in area della difesa biancoverde per concludere a rete portando il Benevento sul doppio vantaggio. Due minuti prima del novantesimo Del Sante riapre le speranze battendo Pane di testa ma un minuto dopo Agyei lasciato solo in area chiude il match.

PARI PER LA REGGINA - Per gli amaranto è arrivato, invece, un pareggio che non sembra utile a nessuno. Contro l'Aversa Normanna, infatti, era uno scontro diretto in fondo alla classifica. La Reggina ha tenuto bene il campo, ma non è bastato per portare a casa i tre punti.

Calabresi in vantaggio al "Granillo" con Louzada, al 18', che ha saputo concludere una buona ripartenza. Pochi minuti dopo, però, al 34', il pareggio di De Vena che ha saputo approfittare di uno svarione della difesa calabra. La Reggina ha avuto ancora qualche occasione, soprattutto con Di Michele, ma non è arrivata la rete ricercata dai padroni di casa.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?