X
<
>

L'ospedale di Vibo Valentia

Tempo di lettura < 1 minuto

SORIANO CALABRO (VIBO VALENTIA) – Positive al virus SARS-CoV-2, tre persone: due operatori sanitari, marito e moglie, e il figlio della coppia. Nello specifico si tratta di un’ostetrica in forza al reparto di Ostetricia e ginecologia dello Jazzolino, e del marito, infermiere del 118 della postazione di Soriano Calabro.

Il contagio sarebbe avvenuto nei primi giorni del mese, nell’ambiente ospedaliero di Vibo e con molta probabilità nel reparto di ginecologia, dove la donna esercita la professione.

Venuta a conoscenza della positività di una collega, infatti, la stessa si è posta in isolamento fiduciario, sottoponendosi immediatamente a due tamponi antigenici (con esito negativo) in attesa che l’Asp predisponesse il tampone molecolare, effettuato qualche giorno dopo, con esito positivo.

Stessa procedura per il marito e il figlio, ma per entrambi la positività al virus è stata riscontrata lo scorso 20 gennaio.

Nella mattinata di oggi, la comunicazione ufficiale  dell’Asp di Vibo, al Comune di Soriano, che ha provveduto a sottoporre in quarantena obbligatoria l’intero nucleo familiare e i parenti domiciliati nello stesso palazzo di residenza, in attesa, si presuppone, che sia avviata un’indagine epidemiologica per risalire a tutti i contatti avuti soprattutto dall’infermiere, in prima linea nella lotta alla diffusione del Covid-19.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares