X
<
>

Il luogo del delitto a Soriano

Condividi:

SORIANO CALABRO – Vigilia di Capodanno di sangue nel Vibonese. Un agguato, ai danni di un 40enne di Sorianello, Giuseppe De Masi, già noto alle forze dell’ordine, si è consumato in pieno centro a Soriano Calabro, intorno alle 17.30 di oggi. L’uomo è stato attinto da colpi d’arma da fuoco appena uscito dal barbiere.

In passato era rimasto coinvolto nell’operazione antidroga “Ghost” e nell’operazione “Luce nei Boschi”. I sanitari del 118 giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatarne l’avvenuto decesso. L’uomo era titolare di una ditta di movimento terra.

Le indagini, che al momento non escludono alcuna pista, sembrano inquadrare il delitto nell’ambito della faida tra i Loielo e gli Emanuele che da anni insanguina il territorio delle Preserre vibonesi.  

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Reparto operativo di Vibo Valentia guidati dal colonnello Alessandro Corda oltre agli agenti del commissariato di polizia di Serra San Bruno. Le indagini sono coordinate dalla Procura di Vibo Valentia guidata da Camillo Falvo e dal sostituto Cecilia Rebecchi. Del delitto è stata informata la Dda di Catanzaro.

Presenti anche i carabinieri della Compagnia di Serra agli ordini del capitano Conigliaro e del tenente Murè. I militari stanno procedendo ad ascoltare i testimoni dell’agguato.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA