X

Tempo di lettura < 1 minuto

Domani sarà presentata l’interrogazione sul presunto contributo a una cooperativa legata al movimento “I disoccupati”. L’opposizione non ci sta è chiederà anche al presidente Mario Oliverio un pubblico confronto. «Entro martedì prossimo – scrivono i consiglieri provinciali di opposizione di Cosenza Barile, Straface, Bruno e Ponzio, del Pdl, Chiappetta, de I moderati, e Pucci, de La Destra – aspettiamo che ci dia tutte le delibere e, soprattutto, tutte le determine aggiornate ad oggi che non ci consente di poter vedere: vediamo veramente se rispetta il ruolo delle opposizioni e la legge 142/90 che viene calpestata continuamente. La trasparenza di cui il Presidente si riempie la bocca – sostengono – stona con un fatto di cui i cittadini sono a conoscenza: viene impedito a noi consiglieri provinciali di avere gli atti amministrativi prodotti che configurano la spesa di centinaia di migliaia di euro pubblici. Non possiamo sapere i soldi dati per contributi, sagre, pubblicità e feste cosi come, invece, è nostro diritto. Ci siamo rivolti al prefetto Fallica, che non è riuscito, con tutta la gentilezza e l’impegno mostrato, ad avere le carte. Abbiamo spedito una lettera proprio ieri al ministro Maroni per denunciare questo fatto che, riteniamo, non abbia eguali nella storia delle amministrazioni civiche italiane».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares