Tempo di lettura 2 Minuti

SENISE – È un dramma che ha scosso profondamente l’intera comunità quello che si è consumato ieri nel primo pomeriggio a Senise, quando, poco prima delle ore 14, un uomo classe 1959 è stato trovato senza vita nel Municipio. A dare l’allarme è stato un dipendente dell’ente che ha trovato il corpo di colui che era un suo collega, addetto alle pulizie, all’interno di una stanza adibita ad archivio.

Sul posto, accanto alla Polizia Locale ed ai sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso, sono arrivati anche i Carabinieri della locale compagnia e del Nucleo radiomobile, con l’obiettivo di accertare la dinamica dei fatti. I militari sono andati senza successo alla ricerca di indizi, lettere o altro, che consentissero di fare piena luce sull’accaduto – ricerca estesa anche all’abitazione della vittima – e l’ipotesi più probabile è che possa essersi trattato di un suicidio tanto che la salma dovrebbe essere restituita ai familiari quanto prima.

Stando a quanto venuto fuori dalle prime verifiche, ma il condizionale è d’obbligo, pare che all’interno dell’archivio dove è avvenuto il ritrovamento sarebbe stato conservato tutto l’occorrente per le pulizie. Per questo il luogo sarebbe frequentato quotidianamente dal defunto. Restano oscure, ad ogni modo, le ragioni per cui l’uomo avrebbe scelto di compiere questo gesto estremo proprio lì, sul suo posto di lavoro in Comune, in un luogo aperto al pubblico che è anche sede di un’istituzione, piuttosto che altrove.

La notizia ha raggiunto immediatamente Alberico Gentile, commissario straordinario in carica al Comune di Senise dopo le scioglimento, a marzo dell’anno scorso, del consiglio comunale, a causa delle le dimissioni di 7 consiglieri su 12 eletti nel 2017 con l’ex sindaca Rossella Spagnuolo. Chiaramente lo sgomento è stato enorme e non poteva certo essere altrimenti. Il commissario, che attualmente si trova fuori regione, ha descritto la vittima usando parole che descrivono una bella persona: «Era davvero molto educato e tranquillo, sono sconvolto da questa notizia», ha detto Gentile aggiungendo che «se in una giornata mi incontrava dieci volte, non mancava mai di salutarmi. Siamo tutti esterrefatti». A Senise i cittadini torneranno alle urne per scegliere il sindaco e il nuovo consiglio comunale in primavera.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •