X
<
>

Sara Bergomi e Gabriele Gori

Condividi:

La vita di un calciatore è un soffio. Negli anni belli ti giochi tutto e se non lo fai bene sei fottuto. Ed è anche per questo motivo che il calciatore bello, alto e ricco va alla ricerca del suo Paradiso. Gli basta poco. Non cerca fuochi d’artificio o donne stellari, non va alla ricerca di emozioni particolari, il calciatore che sa di giocarsi tutto in quel “soffio di vita” va alla ricerca di serenità. E quella serenità la può ritrovare soltanto negli occhi di una donna. Di un grande amore che condivide “con te calciatore” quelle emozioni nel fine settimana che sono uniche: il goal, l’abbraccio dei compagni, il boato del pubblico.

Soprattutto se sei un grande attaccante, se sei quel calciatore che deve trascinare la squadra alla vittoria. Il delicato mestiere dell’attaccante è cosi delicato che non sono ammesse distrazioni nella vita privata. E se Icardi a Parigi, addirittura, non si è fatto convocare in una partita di champions “per problemi personali”, Gori a Cosenza sorride alla vita, scende sempre in campo da titolare e fa goal, goal e goal. Icardi, ricco, ricchissimo, la sua vita sbattuta sui social con primi piani
e baci con quella Wanda conquistata e “rubata” a Maxi Lopez (altro calciatore che ha finito la sua carriera nel Crotone) adesso soffre come un matto.

Per un suo tradimento o presunto tale ha rotto quell’equilibrio familiare fondamentale per fare bene anche nel campo di gioco. Ed eccola la vita dei ricchi, belli e famosi che di colpo diventa la vita di tutti noi. Con quel botta e risposta sui social da brividi. Lui cerca lei disperatamente, lei chiama puttana all’altra, China Suarez, modella argentina e presunta amante del marito. Cosenza non è Parigi.

Al posto delle baguette c’è il pane di tessano e Bernardino Telesio è la nostra Torre Eiffel, ma qui Gori, l’attaccante del Cosenza calcio, ha trovato il Paradiso. Un doppio Paradiso, anche perché, accanto nella sua vita ha Sara. Sara è la figlia
Bergomi. E Cosenza ,d’un tratto, diventa una città patinata e seguita sui social da tutta l’Italia e gli sportivi affezionati alla
famiglia Bergomi. Parigi- Cosenza, quando l’amore conta…e quanto conta per la serenità di un calciatore che deve mandare
la palla in rete. La coppia Gori-Bergomi è sulla pista in fase di decollo.

Cosenza per loro è diventata una piccola Parigi e non mancano i video su instagram dei loro posti preferiti come la villa vecchia al centro storico o il semplice lungomare di Paola. Ed è l’amore che conta. Non più la città, l’enorme popolarità o i soldi. L’amore nella vita di un bomber è fondamentale. Perché è solo con l’amore sereno e, non turbolento, che riesci a far goal.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA