X
<
>

Jeremy Menez, la Reggina vorrebbe trattenerlo per un altro anno

Condividi
Tempo di lettura 2 Minuti

RIMANGONO cinque le “sorelle” calabresi nei professionisti. Nonostante due retrocessioni, la pattuglia della nostra regione resta intatta, con due squadre in Serie B e tre in Serie C.

Fra i cadetti, la Reggina, scelto Aglietti per la panchina, il ds Taibi è operativo su più fronti. Si cerca un portiere per rimpiazzare Nicolas e le prime attenzioni sono state rivolte a Vigorito. Confermato Bianchi, si lavora per trattenere Rivas. Da capire se proseguirà l’accordo con Menez.

Dopo la retrocessione, sarà rivoluzione in casa del Crotone, che si è affidato a Francesco Modesto per la panchina. Ufficializzato il difensore Mondonico dall’Albinoleffe (LEGGI), il club pitagorico proverà a monetizzare dalle cessioni di Simy e Messias: su quest’ultimo è forte l’interesse del Torino. Il Crotone chiede 10milioni di euro da reinvestire sul mercato. Intanto ha salutato la compagnia il difensore Golemic, che ha accettato l’offerta della società saudita dell’Al-Hazem.

Tutto in alto mare a Cosenza, dove si aspettando le decisioni del presidente Guarascio. Si è fatto il nome di Trocini per la panchina e adesso spunta anche quello di Aniello Parisi.

Sempre in Serie C, il Catanzaro vorrebbe ripartire dal dg Foresti e dal tecnico Calabro. L’organico va rivisto in buona parte con otto calciatori, presi in prestito la scorsa estate, che rientreranno alle società di proprietà: fra questi ci sono Di Massimo e Pierno. Per l’attacco l’idea sarebbe quella di prendere Pandolfi, ex Turris.

Non proseguirà il rapporto fra la Vibonese e il tecnico Roselli. Al ds Condò il compito di scegliere il nuovo tecnico. A Vibo c’è chi rivorrebbe Giacomo Modica. In partenza il difensore Redolfi e il centrocampista Pugliese. Rimane l’esterno d’attacco Spina. Resterà anche il portiere Mengoni, ormai bandiera del club.

Condividi

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA