X
<
>

La strada interessata dal cedimento e ora nuovamente chiusa

Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – È durata giusto due mesi l’apertura di via Roma, la strada che dalla Statale 18 porta nel centro abitato di Longobardi, frazione di Vibo Valentia.

Sì, perché il Comando di Polizia municipale ha disposto proprio questa mattina la chiusura della via di comunicazione a seguito della presenza di crepe nell’asfalto, probabilmente dovuto al un lieve cedimento del terreno, avvenute nei giorni scorsi e dovute verosimilmente alla pioggia della passata settimana.

Il comandante Michele Bruzzese, nella sua ordinanza, evidenzia che allo stato attuale la sede stradale è interessata da un cedimento del piano viabile con necessità di immediato ripristino e pertanto, al fine di consentire da parte della ditta Lecogen di San Nicola da Crissa l’esecuzione dei lavori a perfetta regola d’arte, si dispone l’interdizione al traffico.

Il transito resta consentito ai soli residenti della frazione ad esclusione dell’area di cantiere con accesso comunque soltanto dalla Statale 182 su via Brasca e via Roma. Il comandante Bruzzese ha incaricato la ditta esecutrice a predisporre e collocare la relativa segnaletica di indicazione dell’area cantierizzata, con l’Amministrazione comunale che rimane esonerata da ogni responsabilità su eventuali danni che possano cagionarsi con l’attuazione del provvedimento in questione.

Questo pertanto lo stato degli atti, ma resta il fatto, chiaro, inequivocabile e indelebile, l’assurdità della vicenda di una strada rimasta chiusa per due anni, con l’impiego di 68mila euro per i lavori, la presenza di periti per verificare le condizioni dell’area che non sono serviti ad evitare il nuovo cedimento a poco meno di due mesi dalla sua riapertura.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA