•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tempo di lettura 3 Minuti

UN nuovo caso di positività al corona virus, dopo i due riscontrati in Veneto ieri, si è registrato nel veneziano, a Dolo. Il primo test effettuato dal centro di riferimento regionale di Padova ha indicato la positività al virus. Come da prassi il campione è stato inviato allo Spallanzani di Roma per la conferma. Tutto questo arriva dopo che in Italia si registra la prima vittima. Si tratta di Adriano Trevisan, 78 anni, ricoverato da 15 giorni, era uno dei due contagiati nel padovano, dove è positivo anche un suo compaesano di 67 anni. Trevisan, padre di tre figli fra cui un ex sindaco del Paese, era stato giudicato in gravi condizioni dai medici.  La seconda vittima in Italia sarebbe una donna residente in Lombardia, ricoverata con la polmonite. La certezza si avrà quando arriveranno gli esiti del test al quale si era sottoposta nelle scorse ore.

In Lombardia la sedicesima persona affetta dal virus è residente a Sesto Cremonese. L’uomo è ricoverato da 5 giorni nel reparto di pneumologia dell’ospedale di Cremona. A comunicarlo su Facebook è stato il sindaco del Comune.

In una nota, il sindaco ha spiegato di aver ricevuto la notte scorsa “notizia telefonica dal direttore generale dell’Ats Valpadana di Cremona che è stato rilevato un caso di Coronavirus sul territorio del Comune di Sesto ed Uniti. In attesa di ulteriori provvedimenti che saranno presi da Regione Lombardia -Assessore alla sanità ed in via provvisoria e precauzionale invita la cittadinanza intera a limitare di intrattenersi in luoghi di ritrovo ed assembramento pubblico (es. bar, impianti sportivi, luoghi religiosi,…). Chi ha sintomi influenzali o problemi respiratori Non si rechi assolutamente al Pronto Soccorso, ma si rivolga al 112”, ha scritto il sindaco.

IL BILANCIO COMPLESSIVO

Sono 34 al momento i casi accertati di contagio da coronavirus in Italia. Oltre alle due vittime – una in Veneto e una in Lombardia – ci sono state 27 positività in Lombardia, 3 nel Lazio (la coppia di turisti cinesi e il ricercatore italiano rientrato da Wuhan) e 2 in Veneto.

TEST NEGATIVI IN CAMPANIA

Buone notizie, invece, dalla Campania. Non ha contratto il coronavirus il bimbo di 3 anni che, ieri pomeriggio, è stato trasferito dall’ospedale di Cava de’ Tirreni al Cotugno di Napoli, centro di riferimento regionale per l’emergenza. E’ negativo infatti il test per il contagio da Covid-19. Intanto, nella notte appena trascorsa, è ripresa l’attività del pronto soccorso del presidio ospedaliero cavese Santa Maria Incoronata dell’Olmo, sospesa proprio in attesa della diagnosi sul piccolo paziente.

Negativi anche i test sui tamponi dei due salernitani che, dopo un periodo trascorso di recente a Lodi, avevano deciso di presentarsi al pronto soccorso per verificare un eventuale contagio e che si sono comunque autoisolati in casa.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA