X

Un aereo della compagnia Easyjet

Tempo di lettura < 1 minuto

Le parole (gli scritti) della compagnia EasyJet sulla Calabria (LEGGI), poi ritirate con altrettanto bizzarre scuse, sono gravi, gravissime, anzi ridicole. La regione, secondo il cervellone autore di quelle righe di “presentazione”, soffre di “evidente assenza di turisti a causa della sua storia di attività mafiosa e di terremoti”.

Un capolavoro. Di ignoranza oltre che di una – evidente, questa sì – mancanza di aggiornamento. Sui terremoti, per ragioni obiettive e per scaramanzia, sorvoliamo.

Sulla mafia, che in Calabria c’è stata e c’è, senza dubbio alcuno, il primo marchiano errore è l’ignorare che, notoriamente, le sue attività non risulta comprendano scippi e rapine a danno di turisti.

Il secondo è frutto forse di qualche suggerimento casuale (o interessato) avuto da quell’autore in qualche pub di Londra davanti a traboccanti boccali di birra: lì la ’ndrangheta fa affari da decenni, come nelle principali capitali economiche mondiali.

Iconiche e attrattive per i fan di Instagram, di certo per la mafia calabrese che, come è noto, opera dove ci sono tanti denari. Enigma per il cervellone: i motivi di non molti turisti in Calabria? Sono altri, prova a indovinarli.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares