Un posto di controllo dei carabinieri a Reggio Calabria

Tempo di lettura 2 Minuti

REGGIO CALABRIA – Un sacerdote, don Giorgio Costantino, è stato aggredito e malmenato da alcune giovani non identificati, nella notte a Reggio Calabria.

Don Giorgio, parroco della Madonna del Divino Soccorso, sarebbe stato malmenato dal gruppo di giovani che aveva richiamato dopo che questi si erano introdotti in un locale della parrocchia forzando il cancello d’ingresso.

Le condizioni del sacerdote, che ha subito un intervento che è tecnicamente riuscito per la rimozione di un ematoma alla testa, sono giudicate stabili dai sanitari.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno avviato le indagini per risalire agli autori dell’aggressione. Secondo fonti investigative, non si esclude che le gravissime ferite possano essere state provocate da una caduta a seguito di una spinta. Le indagini sono eseguite dai carabinieri del Comando provinciale e coordinate dal procuratore aggiunto della Repubblica Gerardo Dominjanni.

In ogni caso, si esclude che a colpire il sacerdote siano state persone sorprese a rubare in chiesa. L’ipotesi del furto, tra l’altro, venne esclusa anche quando nello scorso mese di settembre ignoti si introdussero nella parrocchia del sacerdote, devastando alcuni locali.

Le profonde ferite alla testa subite dal sacerdote durante l’aggressione da parte degli sconosciuti hanno reso necessario l’intervento urgente dell’equipe di neurochirurgia del nosocomio reggino.

Il prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, «condanna con forza – si legge in un comunicato – la vile aggressione a mons. Giorgio Costantino, parroco della Chiesa del Divin Soccorso». «L’episodio è stato oggetto di esame nel corso dell’odierna riunione tecnica di coordinamento delle forze dell’ordine tenutasi in Prefettura con la partecipazione del Procuratore Distrettuale della Repubblica di Reggio Calabria e del rappresentanti provinciali delle forze di polizia. Il Prefetto esprime la propria vicinanza e solidarietà a mons. Costantino e alla Chiesa reggina per l’impegno profuso in favore degli ultimi».

L’aggressione sarebbe stata ripresa da alcune telecamere di sorveglianza in funzione nella parrocchia di Santa Maria del Divino Soccorso. Dai fotogrammi del filmato, attualmente in visione da parte dei carabinieri che stanno indagando, si vedrebbero sulla scena sette giovani tra i 16 e i 20 anni, secondo quanto si può presumere dalle immagini. Uno solo del gruppo colpirebbe il sacerdote con pugni ed un calcio poi fermato dalle persone che erano con lui e che lo avrebbero anche allontanato. Uno dei giovani, sempre da quanto emergerebbe dal video, si sarebbe anche fermato per prestare un primo soccorso a don Giorgio. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •