•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tempo di lettura 2 Minuti

SORIANO CALABRO (VIBO VALENTIA) – I militari della Stazione di Soriano Calabro, nell’ambito di predisposti servizi per contrastare le truffe in materia alimentare al fine di tutelare il consumatore, a seguito di un controllo operato nel territorio di Soriano Calabro, hanno scoperto all’interno di un deposito di un’azienda attiva nel settore della commercializzazione di prodotti dolciari, più di una tonnellata e mezzo di zucchero di dubbia provenienza.

All’esito di tale controllo, è stata avviata un’attività investigativa al fine di comprendere se tale prodotto fosse provento di attività illecite. La risposta non è tardata ad arrivare: si è potuto appurare, infatti, che nel mese di maggio era stata presentata una denuncia, in altra città italiana, proprio per truffa; oggetto del reato sarebbe proprio lo stesso quantitativo di zucchero, inscatolato, e reso unico proprio dal codice e dal lotto presente sulle relative confezioni.

In considerazione di ciò, i militari dell’Arma hanno proceduto a deferire in stato di libertà il soggetto, 30enne, originario di Soriano Calabro, per truffa e a sequestrare l’ingente quantitativo di prodotti il cui valore, da una stima effettuata, potrebbe ammontare a circa 70 mila euro, in attesa delle disposizioni dell’Autorità Giudiziaria di Vibo Valentia.

L’imprenditore Bonaventura Pagano, amministratore unico della “Fpagano s.r.l” , azienda attiva nel settore della pasticceria, gelateria, panificazione e ristorazione di Soriano Calabro, appresa la notizia a mezzo stampa, della truffa che riguarderebbe un’azienda attiva nel settore, di cui non sono rese note le generalità, fa sapere in una nota, che l’azienda in questione non è la “Fpagano s.r.l”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA