X
<
>

Condividi:
3 minuti per la lettura

ROMA (ITALPRESS) – Cremonese, Sampdoria, Torino e Spezia completano il quadro dei 16esimi di Coppa Italia. Questi i verdetti che arrivano dalle ultime 4 gare dei 32esimi, tutte all’insegna del grande equilibrio, tanto che solo una si chiude ai tempi regolamentari, anche se con un gol dell’85°, quello di Ilic che condanna la Feralpisalò e manda il Toro avanti. Per il resto due si chiudono ai rigori e una supplementari. E, andando in ordine cronologico, si parte proprio da quest’ultima, ovvero dalla sofferta qualificazione della Cremonese che si impone 3-1 sul Crotone, ma soltanto agli extra-time. La gara si sblocca presto e sono i calabresi ad andare in vantaggio, grazie alla rete di Tumminello al 7° del primo tempo. I padroni di casa pareggiano al 30° con Afena-Gyan che mette dentro, chiudendo una bella azione Vazquez-Sernicola. Il risultato non cambia nei 90′ regolamentari e si va ai supplementari. Al minuto 105 Vazquez mette ancora in mostra la sua classe e firma di sinistro la rete del 2-1, poi al 117° la chiude Pickel che sigla il definitivo 3-1. La Cremonese di Ballardini (Serie B) accede ai 16esimi dove affronterà il Cittadella, esce a testa alta il Crotone di Zauli (Serie C).
La Sampdoria, invece, ha avuto bisogno dei rigori per superare il Sudtirol (7-6 il finale), al termine di una gara molto combattuta che si è chiusa sull’1-1. La squadra di Pirlo sblocca il risultato al 17° con Leris su assist di Verre. Gli ospiti subiscono l’onda doriana, ma con il passare dei minuti vengono fuori e nei minuti di recupero del primo tempo trovano il pareggio con Casiraghi. Nessun gol nella ripresa, si va ai supplementari sull’1-1, ma il risultato non cambia neanche agli extratime. La qualificazione si decide dal dischetto e ad avere la meglio è la Samp che realizza 7 degli 8 penalty calciati, mentre la squadra di Bisoli paga gli errori di Broh e Masiello. Ai sedicesimi i blucerchiati affronteranno la Salernitana.
Il Torino, invece, accede ai sedicesimi di Coppa Italia, battendo 2-1 la Feralpisalò, squadra neopromossa in B. Gara difficile per i granata di mister Juric che, al 17° del primo tempo, vanno sotto grazie al gran gol di Di Molfetta. Il pareggio arriva cinque minuti dopo: splendida azione del Toro e 1-1 firmato da Vojvoda. I padroni di casa ci provano con insistenza, la Feralpi tiene, se la gioca e resta in partita anche grazie alle parate di Pizzignacco.
All’85°, però, nulla può su Ilic che firma la rete del 2-1 e che manda i granata ai 16esimi dove sfideranno il Frosinone.
Infine lo Spezia. La squadra di mister Alvini batte 6-5 il Venezia ai calci di rigore, nel match giocato a Cesena. Al 90° la gara si chiude sul 2-2. A sbloccare il risultato ci pensa Antonucci al 19° del primo tempo. Nella ripresa, al 9°, arriva il pari dei veneti con capitan Pohjanpalo che mette dentro su assist di Pierini. Lo Spezia torna presto avanti grazie al rigore realizzato da Moro al 60°. Tre minuti dopo ancora un penalty per i liguri, ma questa volta Joronen respinge la conclusione di Salvatore Esposito. Non è finita, c’è ancora spazio per un rigore, questa volta a favore del Venezia e lo realizza Gytkjaer al minuto 81. Si va ai supplementari sul 2-2, non arriva nessun gol e la qualificazione si decide ai rigori: dagli 11 metri per i lagunari sbagliano Pohjanpalo e Zampano, lo Spezia ne segna 4 su 5 e passa il turno. Ai sedicesimi troverà il Sassuolo.
– foto Image –
(ITALPRESS).

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

EDICOLA DIGITALE