Il manufatto sequestrato a Crucoli

Tempo di lettura < 1 minuto

CRUCOLI (CROTONE) – Ennesimo fabbricato abusivo in corso di edificazione sequestrato in un’area rurale. I sigilli, questa volta, sono stati posti in una zona rurale a Crucoli da parte dei carabinieri forestali che hanno denunciato il presunto committente della costruzione, nominato custode, per violazione della normativa edilizia-urbanistica.

In particolare, il manufatto è stato notato dai militari in un contesto agricolo in località Rio durante un’attività di controllo del territorio. Al momento del sopralluogo la struttura era in fase avanzata di esecuzione e gli accertamenti, avviati negli uffici comunali, hanno evidenziato che l’opera risultava del tutto priva di atti che ne legittimassero l’edificazione.

La costruzione, a pianta poligonale e con un piano fuori terra con copertura a tetto a due falde, si trova all’interno di un terreno agricolo e occupa, con i suoi annessi, un’area che supera, anche se di poco, i 100 metri quadrati. Le pareti esterne appaiono in parte rivestite di laterizio ed elementi lapidei, mentre gli interni sono già pavimentati e intonacati.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •