X
<
>

Luigi De Magistris

Tempo di lettura 2 Minuti

ROMA – “Ho analizzato il voto definitivo in Calabria e la nostra valutazione è di un risultato buono”.

A dirlo in una nota Luigi de Magistris, commentando il voto delle Regionali in Calabria che ha premiato il candidato del centrodestra Roberto Occhiuto, aggiustando un po’ il tiro rispetto a qualche giorno fa quando disse che la Calabria non aveva avuto voglia di svoltare (LEGGI) e dopo aver annunciato la necessità di una pausa.

“Buono perchè senza alcun apparato, senza partiti, senza soldi, senza funzionari praticamente prima da solo e poi da soli – spiega oggi De Magistris – abbiamo raggiunto il 16,5% con 130.000 voti siamo il secondo partito in Calabria di poco sotto Forza Italia. Parlo volutamente di partito perchè questo è il segnale che viene dalla Calabria; 130.000 voti motivati, puliti, trasparenti, fuori da ogni logica di appartenenza, di apparato, di controllo del voto e di voto di scambio”.

“Sicuramente ci aspettavamo di più. Abbiamo sottovalutato la forza degli apparati sistemici dei due blocchi, abbiamo sottovalutato candidati con un numero impressionante di preferenze, abbiamo sicuramente sottovalutato il forte vincolo legato ai bisogni che sottomette una fetta importante della popolazione”, continua De Magistris.

“Non siamo riusciti ad arrivare a un numero superiore di astenuti, abbiamo pagato anche il fatto di avere tutte candidature belle, pulite, fresche, credibili e trasparenti, testimoni di belle storie ma pochissimi con un numero di preferenze tali da poter contrastare quei candidati avversari che sono portatori da tempo di migliaia e migliaia di voti – dice ancora -. Quindi abbiamo deciso di ripartire subito perchè questa è la volontà di tutte le candidate, i candidati e del popolo che ci ha votato. Sabato 16 ci rincontreremo tutti in Calabria e, facendo la giusta e doverosa analisi del voto, valuteremo insieme come ripartire per consolidare un soggetto politico che ormai è nato frutto della grandissima esperienza napoletana e della straordinaria esperienza di questa campagna elettorale, che credo sia stata unica nella storia della Calabria”.

“Per la prima volta – conclude De Magistris – un candidato ha girato tutta la Calabria e da solo, con una lista civica, è arrivato al 16,5% con circa 30000 schede nulle sulle quali stiamo facendo una riflessione, oltre ad altri aspetti di questa campagna elettorale che non ci hanno convinto”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA