Tempo di lettura < 1 minuto

Il silenziatore di Salvini si racconta al Quotidiano del Sud l’AltraVoce dell’Italia nell’ex Istituto delle Canossiane di Cosenza, diventato casa di decine di occupanti, migranti e italiani insieme. “Mentre in Italia si susseguono sgomberi e violenze contro i poveri, a Cosenza, dopo numerose proteste e manifestazioni abbiamo vinto una battaglia molto importante, e a ridosso dell’estate Comune e Prefettura hanno riconosciuto il diritto alla casa a più di 50 occupanti dell’ex Hotel Centrale”. A Soverato sentivo l’esigenza di zittire Salvini e di far sì che prevalesse la piazza.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •