Salta al contenuto principale

Intascava multe, vigile arrestato

Basilicata

Truffa ai danni del Comune di Cosenza e di cento automobilisti. Ai domiciliari il capo dell'ufficio ruoli. Indagati altri quattro colleghi

Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

Scoppia vigilopoli ed è subito polemica. A scoprire la truffa ai danni del Comune e di alcuni cittadini è stata la Guardia di Finanza che ha arrestato Fausto Dodaro, 62 anni, responsabile dell'ufficio ruoli della Polizia municipale. Dodaro al momento è ai domiciliari dopo un'ordinanza emessa dal Gip del tribunale di Cosenza, Loredana De Franco, su richiesta della Procura della Repubblica. Il gip ha emesso anche un'ordinanza di sospensione per due mesi del servizio nei confronti di un altro vigile urbano e di una ispettrice. Le indagini sono scattate in seguito alle denunce della società Equitalia (Etr) che si era insospettita dopo che Dodaro avevadisposto alcuni provvedimenti di sgravio di cartelle esattoriali inviate alla società di riscossione tributi riguardanti multe per violazioni al codice della strada. Il sindaco Salvatore Perugini ha espresso rammarico pur confidando nel alvoro dei magistrati e promettendo il pugno duro. Tra gli indagati, inoltre, anche un parente di un consigliere comunale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?