Salta al contenuto principale

E' il Catanzaro di Provenza

Basilicata

II Divisione: Funziona il modulo a trazione interiore del tecnico giallorosso. Intanto domenica contro l'Igea Virtus, il Ceravolo sarà aperto a 7500 spettatori

Tempo di lettura: 
1 minuto 8 secondi

Ha provato la tattica spregiudicata messa in atto da Provenza a Vibo. Il tecnico salernitano l'aveva provata lungamente in settimana e domenica non ha perso tempo a mettere in campo una squadra a trazione anteriore, nella mente di Provenza da quando la società gli ha messo a disposizione il fantasista Caputo. Il tridente infatti, grazie anche all'enorme prova di entrambi gli attaccanti, Iannelli e Berardi, ha annichilito la fragile difesa di casa, capace di resistere solo per la prima frazione di gioco, di tenere testa ai giallorossi.
Il nuovo centrocampo costruito a rombo, sembra aver dato quella fluidità di manovra che era a tutti mancata nelle precedenti uscite dei giallorossi. Per Provenza, però, potrebbero sorgere problemi relativi alla disponiblità in rosa, di altri elementi, da integrare nel sistema di gioco visto a Vibo.
Se ottime notizie provengono dal campo, non si può dire altrettanto per quel che riguarda l'infermeria. Mentre recupera Corapi, che domenica sarà nuovamente disponibile, ancora attesa per Cardascio che in questa settimana, potrebbe riaggregarsi al gruppo, ma che potrebbe invece saltare il derby con la Vigor Lamezia. Novità importanti sul fronte del tifo, in quanto il Ceravolo, che ospiterà domenica la gara contro l'Igea Virtus; Oggi è previsto un sopralluogo della Commissione Vigilanza per verificare l'agibilità dello stadio ed un altro si terrà venerdì. Dai due esiti, si deciderà se l'incontro potrà essere aperto a 7500 spettatori.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?